Napoli, guaio Milik: rottura del crociato in Nazionale

Napoli, guaio Milik: rottura del crociato in Nazionale

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Tegola per il Napoli: il bomber polacco Arek Milik dovrà stare ai box per molto tempo. L’attaccante, infatti, dopo uno scontro in Nazionale, durante il match contro la Danimarca, ha riportato la rottura non completa del legamento crociato anteriore.

OPERAZIONE

Milik, ora, verrà operato e dovrà stare ai box tra i 5 e i 6 mesi. A confermare la notizia è stato Jakub Kwiatowski, portavoce della Federcalcio polacca, su Twitter. Oggi Arek dovrebbe essere già operato dal professor Mariani a Villa Stuart, dove fu sottoposto a intervento anche Lorenzo Insigne. I tempi di recmilikupero sono lunghi: il Napoli perde, dunque, per gran parte della stagione, il calciatore che finora stava rendendo meglio e che stava sopperendo alla partenza di Higuain.

SOSTITUTO

Sarri, dunque, resta soltanto con Manolo Gabbiadini prima punta.
Un Gabbiadini che, di punto in bianco, viene responsabilizzato e sarà il titolare indiscusso nell’undici di Sarri. Bisogna vedere, ora, se con un solo attaccante il Napoli sarà completo, oppure se Giuntoli si tufferà nel mercato degli svincolati.

IL COMUNICATO

“Arkadiusz Milik ha effettuato oggi la risonanza magnetica a Villa Stuart dal Dottor Mariani, dopo l’infortunio subìto con la Polonia. Gli esami hanno confermato la diagnosi di: rottura totale del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. L’attaccante azzurro si sottoporrà ad intervento chirurgico domani mattina a Villa Stuart.”

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy