Ausilio: "Berardi? Ci riproverò, sperando che nessuno si offenda"

Ausilio: “Berardi? Ci riproverò, sperando che nessuno si offenda”


Alla vigilia di Roma-Inter, Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, ha parlato ai microfoni de “Il Corriere Dello Sport” della partita con i giallorossi, ma anche di alcuni argomenti di calciomercato che coinvolgono anche la Juventus. Uno di questi è Domenico Berardi, calciatore opzionato da Marotta da qualche anno ma sui cui l’Inter, in estate, si è fiondata.

SU ICARDI

“Basta un minimo di professionalità per capire che l’Inter avrebbe in ogni caso voluto prolungare il ausiliocontratto di Mauro. E’ il nostro capitano ed è uno dei migliori attaccanti a livello mondiale. Ha un accordo in scadenza nel 2019 e solo un folle non avrebbe pensato di creare i presupposti per chiudere rapidamente una situazione così delicata (manca solo l’annuncio, ndr). Le trattative con Mauro e il suo management, al di là di tutta la mediaticità, sono e sono state anche in passato tra le più lineari e corrette”. 

BERARDI

“Un affare sfumato che mi ha deluso? “In realtà non è sfumato perché di fatto non è mai partita la trattativa, ma un giocatore di cui sono calcisticamente innamorato è Berardi. Se ci riproverò?Vediamo… Sperando che nessuno si offenda…”. 

LICHTSTEINER

Vicini a uno tra Lichtsteiner, Darmian e Criscito? Più che uno direi… mezzo (sorride, ndr). Abbiamo valutato alcune soluzioni che ci erano state proposte, ma poi non se n’è fatto nulla”. 

SUNING

“Con loro alle spalle avremo il tempo e la possibilità di investire, ma le aspettative sono già alte perché il Suning considera l’Inter un progetto ambizioso e vincente”.

 

ULTIME NOTIZIE