Juventini ad Empoli per diventare grandi: da Marchisio e Giovinco a Tello e Bentancur

Juventini ad Empoli per diventare grandi: da Marchisio e Giovinco a Tello e Bentancur


Non è un mistero che, all’interno della serie A, Empoli sia una di quelle piazze dove i giovani talenti vanno a sbocciare. Negli anni la società toscana ha lanciato nel calcio che conta vari “pezzi grossi”, pensiamo ad esempio a Di Natale, Rocchi, Eder per dirne alcuni,  ma una delle collaborazioni più durature e fruttifere è sicuramente quella stabilita ormai da un decennio con la Juventus. Questa collaborazione ha portato benefici a tutte le parti in causa, specialmente ai giocatori che vengono sempre premiati dalla linea verde che viene adottata da sempre in quel di Empoli.

Gli esempi più fulgidi di quella collaborazione li abbiamo dall’annata 2007/20marchisio_claudio06_phnucci-584x47708, quando Marchisio e Giovinco, due che il bianconero lo avevano addosso, vennero mandati alla corte di mister Cagni a farsi le ossa in vista di un impiego costante nella loro Juve. Quell’anno sfortunatamente l’Empoli non riuscì a salvarsi, ma consegno alla Juventus, ed alla nazionale, due giocatori pronti per fare il salto di qualità.

In tempi più recenti l’asse di mercato Torino-Empoli ha portato Rugani in bianconero per farlo diventare parte della nuova Juve quando la BBC avrà fatto il suo tempo e con dei maestri simili siamo molto ottimisti per il futuro del giovane difensore classe 1994.

In questi ultimi tempi poi la Juventus ha rinnovato questa sinergia con l’Empoli girando in prestito agli azzurri il promettente esterno colombiano Andres Tello, classe ’96 che alcuni paragonano già a Cuadrado, e con le voci sul possibile approdo ad Empoli l’anno prossimo di Bentancur, il gioiellino uruguaiano seguito da mezza Europa.

Infatti se l’Empoli riuscirà a salvarsi e la Juve farà valere il proprio diritto d’acquisto dei confronti del giovane attualmente in forza al Boca Juniors, la squadra azzurra si arricchirà di un altro possibile talento da consegnare al calcio che conta e, vedendo i precedenti, possiamo ben sperare.

ULTIME NOTIZIE