Trattativa nascosta ad inizio mercato, la Juventus voleva Vecino

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Da idea di mercato a prossimo avversario. Secondo Gianluca Di Marzio la Juventus ad inizio sessione avrebbe seriamente pensato di portare Matias Vecino alla corte di Allegri. Pagando anche l’intera clausola rescissoria di 24 milioni. Forse l’unica via percorribile dati i rapporti non idilliaci tra la società di Galileo Ferraris e i Della Valle.

L’acquisto di Pjanic ha probabilmente frenato la trattativa. Attualmente la clausola è scaduta e pare difficile un tentativo in exstremis negli ultimi giorni di mercato. Vecino è uno dei perni del centrocampo viola e la piazza mal digerirebbe una partenza verso i rivali storici juventini. Nella sessione invernale o l’estate prossima se ne potrebbe riparlare però.

Il numero 8 gigliato è un giocatore molto duttile. Dotato di ottima intelligenza tattica, di buona tecnica e corsa. Con Sarri è esploso nell’Empoli 2 stagioni fa, confermandosi l’anno passato sotto la guida di Paulo Sousa. Il Napoli ha provato varie volte a ricongiungere Vecino al tecnico toscano, ma sempre senza successo. Classe ’91 è chiamato al definitivo salto di qualità per poter ambire nella prossima stagione ad un top club italiano o europeo. Chissà che non sia proprio la Juventus.

Mattia Castellano