Primavera, pochi gli Allievi promossi: i nomi e il futuro degli altri

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’ultima stagione degli Allievi Nazionali della Juventus è stata senza dubbio positiva. Il sogno scudetto è rimasto vivo fino all’ultimo, ma la buona annata non ha significato per tutti promozione in Primavera. Anzi, gli epurati sono tanti. Scelte doverose, fatte dopo che mister Grosso ha esaminato le potenzialità di ognuno durante il ritiro e nelle prime uscite stagionali. Scontati i criteri di valutazione: qualità, duttilità, cultura del lavoro. Leonardo Merio - Primavera Juventus

GLI SCELTI – Alla dura selezione sono sopravvissuti soltanto i portieri, con Marricchi autore di un ottimo precampionato, i difensori Zanandrea e Tripaldelli e i centrocampisti Merio e Ndiaye. A essi si aggiunga Kean, che, però, merita un discorso a parte. I segnali erano arrivati abbastanza chiari già dalle ultime uscite, ora, giorno dopo giorno, arrivano le conferme.

GLI EPURATI – Gli altri sono chi con le valigie in mano, chi già altrove. Bianchi è andato all’Empoli per sua scelta, Mancini è volato al Pescara, mentre Goh giocherà nel Carpi, con Sapone. Bianco va in prestito alla Sanremese, Mastropietro alla Reggiana. In attesa di conoscere il futuro ci sono Scapin, Galtarossa, Ghidoni e Di Pierri. Rimarrà negli Allievi il classe 2000 Caligara, che verrà sicuramente tenuto in considerazione anche per la Primavera.

Edoardo Siddi