Modulo Juve, l’anno del trequartista?

Si sa, le squadre ad agosto sono un cantiere aperto, dove spesso trova spazio chi spazio ne avrà meno durante l’anno. Tanti giovani, giocatori in uscita a cui viene data visibilità ed esperimenti di formazione. Ma agosto è anche il mese in cui, seppur mascherata da tante variabili, la forma della squadra prende vita. Le novità che si vedranno sul campo nella stagione alle porte vengono provate e, di norma, se un tema tattico torna ricorrente nella maggior parte delle amichevoli estive, si alzano le probabilità di rivederlo almeno ad inizio stagione. Se questo discorso vale anche per Allegri lo scopriremo solo il 21 agosto, certamente anche lui, indipendentemente dagli interpreti, ha sempre proposto nella sua formazione estiva un tema ricorrente, un trequartista dietro le due punte.

VECCHIO PALLINOChe Allegri prediliga un fantasista dietro le punte è noto da tempo, già dal primo anno in bianconero è stato un suo, non nascosto, desiderio. Da Gotze a Isco, passando per Mkhitaryan e Oscar, il mercato bianconero della stagione passata è stato indirizzato proprio a soddisfare il pallino del tecnico bianconero. Sfumati per tanti motivi i nomi che realmente potevano fare la differenza in un ruolo dove la classe è fondamentale, Allegri sembrava aver accantonato l’idea: forse perché i risultati sono arrivati comunque o, forse, in attesa del momento giusto.

Dybala trequartistaTRE INDIZI FANNO UNA PROVA  Che sia arrivato il momento giusto? Non possiamo dirlo, ma raccogliendo gli indizi di questa pre-season è un’ipotesi che non può essere scartata. Ieri, nella partita contro il West-ham, il tecnico toscano è sceso in campo schierando un 4-3-1-2, con Pereyra dietro le due punte. Questa tendenza era iniziata ben prima però: lontano dalle telecamere italiane ed europee, Allegri ha schierato il trequartista sia contro il Tottenham che contro il South China. Prima Pjanic(successivamente nominato regista) poi Dybala e Pereyra, non contano tanto gli interpreti quanto la volontà di abituare la squadra ad un modulo nuovo. Probabilmente non arriverà un nuovo trequartista dal mercato ma Allegri potrebbe avere la soluzione in casa, Dybala. L’argentino infatti è devastante quando parte da posizione arretrata e per affiancare Higuain in attacco certamente le alternative non mancano. Un trquartista inoltre sarebbe un ponte di collegamento perfetto tra un centrocampo da rodare e un attacco già collaudato. Questa soluzione, infine, lascerebbe spazio al vasto parco attaccanti bianconero: Mandzukic Pjaca e Zaza sono risorse importanti e avere più spazio al fianco del sicuro titolare Higuain porterebbe benefici a tutta la squadra. Non resta che aspettare l’inizio della stagione per capire se questi indizi portano realmente ad una formazione con un trequartista o se sono solo un tentativo di depistaggio.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy