Sei qui: Home » News » “La Stampa” – Juve all’assalto di Matuidi

“La Stampa” – Juve all’assalto di Matuidi

Il quotidiano torinese ne è sicuro: la Juventus tenterà l’assalto a Blaise Matuidi, centrocampista 29enne francese in forza al Paris Saint Germain.

matuidi

IL PREFERITO – Matuidi sarebbe il preferito sia da Allegri che dalla dirigenza. Per il tecnico Matuidi sarebbe un rinforzo fondamentale per il nuovo centrocampo bianconero: grande corsa, inserimenti continui e grande intelligenza tattica. E’ vero, non ha piedi raffinatissimi, ma sappiamo come ad Allegri piacciano più giocatori fisici e di “rottura” rispetto agli esteti del calcio (preferenza resa famosa dalla scelta di utilizzare il roccioso Van Bommel rispetto a Pirlo ai tempi del Milan). La dirigenza, dal canto suo, è convinta di riuscire a strappare il giocatore ai parigini per circa 25 milioni di euro, nonostante le richieste del PSG siano molto più alte: per i francesi Matuidi vale 35 milioni di euro, cifra che la Juve non è intenzionata a sborsare per un 29enne ritenuto un esubero dal nuovo allenatore Unai Emery. Probabilmente la soluzione potrebbe trovarsi nel mezzo, con una cifra intorno ai 28/30 milioni.

LEGGI ANCHE:  "La Juve non può vendere de Ligt per meno di 100 milioni!": l'agente sicuro

IL PROBLEMA – Piccolo problema: come annunciato da una nostra esclusiva, il giocatore non sarebbe ancora convinto di lasciare la capitale francese per trasferirsi altrove, e vorrebbe giocarsi le sue carte per convincere Emery a confermarlo. Ultimo atto potrebbe essere la finale della SuperCoppa di Francia tra PSG e Lione: se il francese troverà spazio e convincerà definitivamente Emery a confermarlo la trattativa potrebbe diventare molto complicata; se non dovesse entrare nemmeno in campo, però, sarebbero attese novità positive sulla riuscita nella trttativa già nei prossimi giorni.

LE ALTERNATIVE – La Juve, comunque, non si farà trovare impreparata, e ha già pronte le alternative: Matic in primis, anche se sarà difficile strapparlo a Conte, poi Luiz Gustavo. Più defilato Witsel, che non convincerebbe né tecnico né dirigenza, e sul quale è tornato forte l’interesse del nuovo Milan dei cinesi.

Simone Calabrese