Caccia grossa a centrocampo, fari puntati su Matić e non solo

Caccia grossa a centrocampo, fari puntati su Matić e non solo


Con Pogba che sceglie di tornare al Manchester United riprende forza il casting Juventus per la linea di centrocampo. Si cerca un nuovo protagonista che porti quantità e qualità in una mediana già numericamente molto fornita.

CACCIA GROSSA – Il ds juventino Fabio Paratici sta scandagliando le opzioni sul campo per valutare il da farsi e quale strada percorrere in questo infuocato mercato 2016. Sembra ormai sfumare la pista André Gomes, fresco campione d’Europa col Portogallo e per mesi primo nome sul taccuino dei dirigenti bianconeri. Il Real Madrid ha messo la freccia e sta per aggiudicarsi il centrocampista del Valencia mettendo sul piatto 60 milioni di euro. Il calciatore piaceva moltissimo a Massimiliano Allegri, ma l’entrata in scena così prepotente di Zidane ha reso impraticabile il buon esito dell’affare.

moussa_sissoko_juventus

MATIC E SISSOKO – Come si legge dalle pagine della Gazzetta dello Sport, tornano d’attualità i nomi di Nemanja Matic del Chelsea e di Moussa Sissoko del Newcastle, due profili possenti anche dal punto di vista fisico, l’ideale per rimpiazzare uno come Pogba. Per Matic, 194 centimetri d’altezza, giova ricordarlo, ci sarebbe il veto di Antonio Conte, che però ora può contare su Kantè appena prelevato dal Leicester. Per arrivare al serbo, 27 anni e un’ annata in chiaroscuro coi Blues, bisognerebbe varcare la soglia dei 30 milioni per cercare di aprire un varco nel muro Chelsea. Ancora più alta la valutazione che attribuisce Rafa Benitez al nazionale francese Sissoko, un vecchio pallino bianconero: era già stato ad un passo dalla Juve nel 2013 quando giocava nel Tolosa. Fu proprio il Newcastle a muoversi rapidamente sul giocatore. La situazione ora è mutata e gli inglesi, appena retrocessi in Championship, chiedono 40 milioni di euro per lasciare partire Moussa. Sullo sfondo poi c’è la posizione di Lucas Biglia, regista della Lazio. Un profilo che piace dal punto di vista tecnico, ma le controindicazioni si riferiscono ad una difficile ipotetica trattativa con Lotito.

INGORGO E CESSIONI – Non bisogna però dimenticare che la Juventus, con l’arrivo di Pjanic dalla Roma, ha già piazzato un colpo importante a centrocampo; si tratta di un giocatore che garantisce energie nuove per le strategie di Allegri e soprattutto che può giocare in tutti i ruoli: regista, mezzala o trequartista. La Juventus però ha bisogno di aggiungere un altro tassello in mezzo, perché al momento Marchisio è infortunato e il suo rientro è previsto per la seconda metà di ottobre. In più c’è Khedira spesso alle prese con problemi fisici. A centrocampo la Juventus ha anche Sturaro, Lemina, Mandragora e Pereyra. Numericamente una platea non da poco, al netto di eventuali partenze sempre possibili fino alla fine di agosto. La cronaca di queste prime settimane di mercato racconta infatti di diversi concreti segnali d’interesse per i centrocampisti della Juve. Come per il franco gabonese Lemina (Lipsia, Stoke e Leicester), per Pereyra (Napoli) e per il giovane Mandragora (West Ham e Napoli). Avances che Corso Galileo Ferraris al momento ha rispedito al mittente. La situazione però resta molto fluida sotto il cielo bianconero che a breve potrebbe scoprirsi orfano della stella Pogba. Non si escludono nomi a sorpresa.

ULTIME NOTIZIE