Centrocampo Juve: ritorno di fiamma per Biglia

Centrocampo Juve: ritorno di fiamma per Biglia


La Juventus che si appresta a chiudere l’affare Pjaca è ancora alla ricerca di alcuni tasselli per completare la rosa in vista della prossima stagione. Gli obiettivi sono chiari, almeno nei ruoli da coprire: un attaccante (due in caso di cessione di Zaza) e un jolly di centrocampo che possa integrarsi con i vari Pogba, Marchisio, Khedira e Pjanić.

Chiaramente prima di agire per completare la rosa la Juve dovrà focalizzare le attenzioni sulle cessioni dei cosiddetti esuberi. In uscita i vari Asamoah, Pereyra, Hernanes, oltre a Sturaro e Lemina in caso di offerte importanti per loro.

RITORNO DI FIAMMA – Nei giorni scorsi è tornato di moda un nome che era circolato negli ambienti bianconeri già al termine della scorsa stagione, ma che era poi stato messo da parte in virtù della decisa sterzata di Marotta e Paratici su Pjanić. Parliamo di un altro giocatore proveniente da Roma, ma stavolta sponda Lazio. Il profilo in questione è quello di Lucas Biglia, 30enne centrocampista argentino il cui contratto con il club laziale scadrà nel 2018. Lotito è stato chiaro: per il faro del centrocampo della Lazio occorre sborsare 25 milioni di euro. Cifra importante, probabilmente esagerata, considerata l’età del giocatore e il fatto che difficilmente arriverà un assegno di tale portata per un giocatore che ha disputato una sola stagione a buoni livelli.

STRATEGIA BIANCONERA – La Juve non ha fretta, considerando prioritari altri obiettivi al momento,  continua a monitorare la situazione dell’ex Anderlecht che potrebbe rappresentare l’occasione low-cost e last minute.
Due condizioni, queste, che vanno a braccetto. Si perchè, come detto, la Juve deve prima cedere per finanziare il resto del mercato e per sfoltire una rosa già molto ampia e, soprattutto, perchè Marotta ha già un piano per il centrocampista laziale.
Tale strategia prevede di attendere gli ultimi giorni, per poter poi strappare un prezzo di favore a Lotito: verosimilmente i bianconeri proporranno tra 10 e 15 milioni, cercando di portare il prezzo al ribasso.

La Juve non ha fretta, forte di un organico già competitivo e conscia del fatto che, per il momento, sul giocatore della Lazio non si siano mossi altri club intenzionati a chiudere a breve. Inoltre, le richieste economiche di Lotito potrebbero fare il gioco della Juve, con il patron laziale che, sparando così alto, potrebbe “spaventare” eventuali pretendenti per il giocatore.
I bianconeri aspettano e valutano se Biglia possa diventare l’innesto valido per la mediana, ma non prima di aver ceduto 3-4 elementi e di aver completato il reparto offensivo, orfano di Morata.

ULTIME NOTIZIE