La lunga corsa di Mehdi

La lunga corsa di Mehdi


E ora il viaggio si fa più interessante, forse pure più spinoso, di sicuro elettrizzante come pochi. Mehdi torna a casa. No, non in Marocco: lì magari ci passerà la prossima estate. Rientra in Italia, semmai: perché dopo aver vestito le maglie di Udinese e Roma, stavolta toccherà affrontare il mondo con la casacca della Juventus. Non una qualsiasi.

Così come non ‘qualsiasi’ è la storia di Benatia: difensore tremendamente bravo, abile nell’uno contro uno e sopraffino in anticipi e ripiegamenti. E perché no, di tanto in tanto qualche gol gli dà anche le luci della ribalta: anche se è lì dietro che sa dare il meglio. Insomma, uno dei ‘top’ assoluti. Di quelli che vanno in campo senza fronzoli e senz’ansia. Di quelli che servivano: perché di tanto in tanto si dimentica per la strada il talento lasciato da Martin Caceres. Praticamente insostituibile alla vigilia del mercato: poi l’impossibile ha preso le sembianze del marocchino. Nato e cresciuto in Francia, quindi con doppio passaporto: dopo i primi calci nella sua regione, è l’OM ad accorgersi di lui.

Tanta gavetta, “ma poca qualità”. Ecco: lo sostenevano gli scout. Mehdi, a soli 22 anni, si ritrovò con la paura di non farcela, complice un gravissimo infortunio al ginocchio destro. Giorni devastanti, di troppe preghiere e poco campo. La sensazione tremenda di aver gettato via l’occasione più grande della sua vita. Dopo i prestiti a Tours e Lorient, accetta la sfida del Clermont, club di Ligue2: sarà vincente. Da lì, escalation di sorrisi e prestazioni meravigliose: l’Udinese lo nota e lo porta in Italia, quindi arriva la Roma, e dopo appena un anno mostruoso c’è la firma col Bayern Monaco. “C’est la vie”, quant’è vero. Sua madre glielo ripeté spesso in quei mesi difficili. benatia juventus

Adesso arriva a rinforzare il reparto arretrato più forte al mondo, e lo farà senza paura. Anzi, soprattutto conscio di quanto può dare, sicuro della qualità e dell’aiuto enorme in una stagione che si preannuncia lunghissima. Lunga quasi quanto la corsa di Benatia: da emigrato a migrante, però verso grandi sogni. Li ha solo sfiorati lì in Baviera: ora è il momento di cogliere il mondo al volo. C’est la vie, del resto. Qualcosa deve per forza ritornare. Magari a mo’ di coppa, magari con due orecchie, magari intriso di inconfutabile realtà. Magari, Mehdi. Tu corri sempre, corri ancora.

CriCo

Chi Siamo

Spazio J è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla Juventus Football Club, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per lo Juventus Stadium.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale, non autorizzata o connessa a Juventus Football Club S.p.A. o I marchi JUVENTUS, JUVE e Juventus.com sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A., il cui sito ufficiale è www.juventus.com

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl