Benatia: l'uomo giusto per la difesa bianconera

Benatia: l’uomo giusto per la difesa bianconera


Medhi Benatia sembra essere vicinissimo a vestire la maglia bianconera, i ben informati parlano di contatti sempre più fitti fra la dirigenza juventina e quella bavarese, l’affare sembra ormai prossimo alla conclusione.

CARRIERA – Benatia viene portato in Italia all’età di 23 anni dall’Udinese che lo acquista dal Clemont, club della Ligue 2 francese. Il marocchino si adatta subito alla Serie A con ben 34 presenze al suo primo anno, diventando immediatamente un pilastro della squadra friulana. Medhi rimarrà all’Udinese per altre due stagioni, rendendosi fondamentale nello scacchiere del tecnico Guidolin.

Nell’estate del 2013 viene acquistato dalla Roma per 13,5 milioni di euro più le comproprietà di Nico lópez e Valerio Verre; in giallorosso Benatia conferma le proprie qualità emergendo da subito come il perno fondamentale della difesa romanista. Con le sue prestazioni, sempre di altissimo livello, si fa notare come uno dei migliori difensori centrali d’Europa, tanto che alla fine della stagione, il Bayern Monaco spende ben 30 milioni di euro pur di assicurarsi le sue prestazioni. In terra tedesca il difensore marocchino, complici i numerosi infortuni, non rispetta le aspettative che il club bavarese riponeva nei suoi confronti, accumulando ad oggi solo 46 presenze.

benatia.bayernmonaco.2015.2016.356x237CARATTERISTICHE TECNICHE – Benatia è un difensore centrale dal fisico imponente, capace di giocare sia nella difesa a tre che in quella a quattro, come ha dimostrato in questi anni al Bayern Monaco. La sua altezza gli consente di essere particolarmente abile nel gioco aereo, possiede inoltre una buona velocità che unita alla sua grande visione di gioco, gli permette spesso l’anticipo sugli attaccanti avversari. Il marocchino possiede discrete capacità tecniche che gli permettono di portare palla e far ripartire l’azione della propria squadra.

Analizzando le sue caratteristiche, è facile intuire perché Paratici e Marotta si siano interessati a lui: Benatia sembra il giocatore perfetto per il gioco di Mister Max Allegri, il quale, quest’anno potrebbe alternare, con una certa frequenza, il 3-5-2 con il 4-3-1-2. L’addio di Martin Caceres ha inoltre creato una voragine nella difesa juventina, che si ritrova con il solo Rugani in alternativa alla BBC bianconera. Medhi potrebbe far rifiatare Barzagli e Chiellini, ma non solo, infatti grazie alle sue doti tecniche è uno dei pochi difensori sul mercato che possa sostituire Bonucci al centro della difesa a tre. Il difensore marocchino potrebbe così diventare uno dei perni della difesa juventina dei prossimi anni, in quanto porterebbe in bianconero, oltre alle sue doti tecniche, anche tutta l’esperienza accumulata in un club vincente come il Bayern Monaco.

LE CIFRE – L’accordo fra Bayern Monaco e Juventus sembra vicino, si discute soprattutto sulla formula d’acquisto: la dirigenza juventina vorrebbe ingaggiare il difensore in prestito con diritto di riscatto per la stagione successiva, mentre il Bayern insiste per un prestito con obbligo di riscatto. I due club  sembrano d’accordo sulla valutazione del cartellino che dovrebbe aggirarsi sui 18 milioni di euro. L’accordo col giocatore è invece totale: Benatia sembra infatti essere pronto a ridursi l’ingaggio pur di vestire la maglia bianconera.

La spesa è sicuramente abbordabile e congrua per un giocatore che a 29 anni, dovrebbe essere all’apice della sua maturità e, se dovesse ripetere le prestazioni che lo portarono ad essere uno dei migliori difensori in Italia e in Europa, questo potrebbe trasformarsi in uno dei migliori colpi del mercato bianconero.

Emiliano Fenu

ULTIME NOTIZIE