Morata: “In 2 anni di Juve ho imparato più che in tutta la mia vita. Quasi impossibile far goal alla BBC”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Da una BBC all’altra per Alvaro Morata: da Barzagli-Bonucci-Chiellini a Benzema-Bale-Cristiano Ronaldo. Due terzetti fenomenali, ma con caratteristiche opposte: il primo vero punto di forza della Juventus, senza dimenticare la terza B, ossia quella di Gigi Buffon, altro fenomeno da aggiungere al pacchetto arretrato; il secondo è il tridente offensivo del Real Madrid fresco campione d’Europa. Prima di ritrovarsi un giorno avversari in Champions, Morata e i suoi ex compagni della B+BBC si affronteranno lunedì per gli ottavi di finale di Euro 2016. Spagna-Italia: il capocannoniere della rassegna continentale, l’ex numero 9 della Juventus con 3 gol, come Bale, contro una retroguardia superlativa.

RICORDI BIANCONERI – In esclusiva al quotidiano spagnolo Marca, Alvaro Morata commenta l’avvicinamento alla sfida di dopodomani dello Stade De France. Ovviamente, la sfida con molti dei suoi ex compagni della Juventus, riaccende i bellissimi ricordi in bianconero: “In questi due anni ho imparato più che in tutto il resto della mia vita. Segnare in Italia è molto più difficile che altrove, in Spagna hai sette occasioni limpide per far gol, in Serie A hai pochi palloni e devi lottare su tutti per metterla dentro.


Leggi anche: Era scritto, ma fa male. Ciao, Álvaro


Buffon-Chiellini-Barzagli-Bonucci-770x470I FENOMENI DELLA BBC – “La Nazionale italiana? È sempre competitiva, come per le squadre di Serie A è difficile riuscire a far loro gol. Buffon è fortissimo nell’uno contro uno. Come Casillas, è una leggenda del calcio mondiale. La BBC? Sono tra i migliori difensori del mondo, per come difendono, le squadre non vogliono giocare contro di loro. Se sono titolari loro tre, è quasi impossibile segnare”.

AGGIORNAMENTO, ORE 18.30 –  Nel pomeriggio arrivano altre dichiarazioni di Alvaro, questa volta ai microfoni di Cuatro. Morata gioca a distanza con i suoi ex compagni bianconeri: “Ho parlato con i miei ex compagni della Juventus, mi hanno detto di mettere un casco se gioco”.