Nazionale, Chiellini: "Spagna bestia nera dal 2008"

Nazionale, Chiellini: “Spagna bestia nera dal 2008”


Oggi è stato il turno di Giorgio Chiellini, difensore della Juventus e leader indiscusso di questa Nazionale impegnata nell’europeo in Francia. La sua conferenza stampa è stata ricca di spunti, dalla bestia nera della Spagna dal 2008, al Brexit della Gran Bretagna, alle sorprese dell’Europeo, fino alla questione difesa.

Giorgio Chiellini e Antonio ConteBESTIA NERA – Chiellini ha ricordato come il ciclo di vittorie della Spagna sia iniziato proprio contro l’Italia nel 2008 ai calci di rigore, proseguito nella finale di Kiev del 2012: “La Spagna è un po’ la nostra bestia nera dal 2008, l’inizio del loro ciclo d’oro è iniziato a Vienna contro di noi, poi Kiev nel 2012 e Fortaleza”.

BREXIT –  Argomento dominante, l’uscita della Gran Bretagna dall’Europa, Chiellini si dimostra preoccupato: “La Brexit è una notizia che ha creato uno shock, ieri siamo andati a dormire pensando che la Gran Bretagna rimanesse nell’UE. Purtroppo non è accaduto”. La sua preoccupazione si sposta anche in Italia e a possibili ripercussioni: “Se domani ci fosse un referendum in Italia non so come andrebbe a finire, non sono convinto che l’Italia possa sostenere l’uscita dall’Europa”.

MURO DI BERLINO – Interrogato sulla difesa più forte del Mondo, Chiellini non ha avuto dubbi: “Quella che vince, come Cannavaro e Materazzi nella finale mondiale del 2006. Tutti ricordano Materazzi perché fece bene, poi c’era Alessandro Nesta, ha fatto la storia del calcio. Ci avevano dato come vittima sacrificale, invece siamo qui, dobbiamo giocare”.

Sulla Spagna poi: “Una squadra che ha qualità, sulla carta quasi imbattibile, ma sono certo che giocando una gara accorta e in cui tutti fanno bene, con le nostre qualità e limitando gli avversari, possiamo fare bene”.

Aristide Rendina

ULTIME NOTIZIE