AAA Bomber cercasi: Juve a caccia di un attaccante

AAA Bomber cercasi: Juve a caccia di un attaccante


La caccia al top player non si arresta mai. Come nelle ultime sessioni di mercato la società bianconera sta cercando di regalare ad Allegri una prima punta dai 30 gol a stagione. L’esplosione di Dybala e la buonissima stagione di Mandzukic non hanno celato la mancanza di un killer d’aria di rigore che possa risolvere da solo anche le partite più complicate in Champions League. Ovviamente però non sono molti i calciatori vicino a questo identikit e molti di questi si trovano già in grandissimi club che difficilmente vorranno privarsi del loro talento, se non di fronte ad offerte irrinunciabili.

IL NOME RICORRENTE – Tutte le estati il primo nome a cui viene accostata la Juventus è sicuramente Edinson Cavani. Grandissimo centravanti con già esperienza nel campionato italiano e giocatore che farebbe la fortuna di qualsiasi squadra. Completo sotto tutti i punti visti: grande corsa e sacrificio, senso del gol da fuoriclasse, tiro e stacco aereo formidabile. Ultimamente sono sorte alcune perplessità sulla sua tenuta mentale e sulla sua incisività nei match più complicati affrontati da Paris Saint-Germain e Uruguay, ma forse un cambio di città e la finita coabitazione con Zlatan Ibrahimovic potrebbero di ridargli fiducia e consacrarlo definitivamente anche nella coppa continentale più prestigiosa.

Verso maggio El Matador è stato molto vicino alla squadra bianconera, senza però il raggiungimento di un lieto fine per la difficoltà a trovare un accordo con la società parigina, molto restia a fare affari con la Juventus dopo la sgarbo subito con Coman. In conseguenza dell’addio del numero 10 svedese, dell’arrivo in panchina di Emery e del possibile rinnovo di contratto a 8 milioni (più 2 di bonus facilmente raggiungibili), i margini di trattativa si sono notevolmente ridotti. Pare che la strade della Vecchia Signora e dell’attaccante ex Napoli siano destinate a non incrociarsi nemmeno quest’anno.

IL CARRARMATO – Un altro giocatore che ha riscosso l’interesse di Marotta e Paratici è Romelu Lukaku. La prima punta classe 93′ è riuscita a mettersi in mostra giovanissima nell’Anderlecht e negli anni successivi nel West Bromwich e nell’Everton. Dall’agosto del 2013 milita nella società di Liverpool che lo ha acquistato per 35 milioni di euro dal Chelsea, dove in due brevi parentesi non ha lasciato molti ricordi. Il titolare della nazionale belga possiede una forza fisica spaventosa ed un’ottima velocità che gli permette di essere letale soprattutto negli spazi aperti.lukaku

Nonostante i 45 gol delle ultime due stagioni, qualche dubbio permane sul suo adattamento al calcio e alle difese italiane. Molti giocatori con buonissime statistiche nel calcio inglese hanno provato l’avventura nel nostro campionato, ma quasi nessuno è riuscito ad imporsi per il grande tatticismo e la maggior attenzione alla fase difensiva che ci contraddistinguono. Questo, con l’aggiunta di un cartellino molto caro, farà molto pensare la società di Galileo Ferraris prima di un eventuale affondo.

LA NOVITÀ – Un connazionale proprio di Lukaku è il nome nuovo del momento, si tratta di Michy Batshuayi. Non ancora 23 enne, è esploso nell’ultima annata nell’Olympique Marsiglia, siglando 23 reti in 50 presenze tra tutte le competizioni. A novembre ha esordito con la nazionale di Wilmots e in 4 apparizioni, mai da titolare, è riuscito a porre il proprio nome sul tabellino per ben 2 volte, una delle quali contro l’Italia in amichevole. Attaccante dall’ottimo fisico, che gli consente di proteggere molto bene la palla, e dalla buona tecnica con entrambi i piedi. Nonostante non sia perfetto dal punto di vista tattico e nel colpo di testa, ha dalla propria parte ampi margini di miglioramento. Il costo del cartellino si aggira intorno ai 20-30 milioni e molte altre squadre hanno chiesto informazioni sul nativo di Bruxelles: West Ham, Tottenham, Atletico Madrid, Borussia Dortmund e Roma.

IL SOGNO – Tra tutti i nomi circolanti vicino la Juventus poco si è parlato di un giocatore che nel corso dell’estate potrebbe divenire un esubero nel suo top club. Nel caso il Real Madrid esercitasse il diritto di recompra per Morata e nel caso decidesse di “rubare” Robert Lewandoski al Bayern di Carlo Ancelotti, Karim Benzema si vedrebbe costretto a cercare un nuova destinazione. Il pupillo di Florentino Perez e membro della BBC merengues che ha portato nella capitale spagnola due Champions negli ultimi tre anni, diverrebbe un possibile partente di lusso, appetibile a tutti quei club che cercheranno un grande colpo in questa sessione di mercato.

Centravanti dall’enorme talento e dal gran senso del gol, da 6 stagioni consecutive non scende sotto le 20 reti complessive, stabilendo nell’ultima annata il proprio record di segnature nella Liga (24). Sembrerebbe un elemento problematico sotto il profilo extra sportivo, come dimostra la mancata convocazione agli Europei di casa, ma già più di una volta la società bianconera è riuscita a riabilitare calciatori con un curriculum simile, basti ricordare Carlos Tevez. Le sue abilità tecniche e tattiche e la sua capacità di creare spazi per gli inserimenti dei compagni, lo renderebbero il top player ideale da affiancare sia a Dybala sia eventualmente a Mandzukic. Se ci sarà l’opportunità Marotta non dovrà quindi assolutamente lasciarsi sfuggire uno dei pochi attaccanti in circolazione in grado di aiutare la banda di Allegri a compiere un decisivo salto di qualità verso la conquista della coppa dalle grandi orecchie.

Mattia Castellano

 

ULTIME NOTIZIE