Vidal, il guerriero malinconico: "Porto Torino nel cuore"

Vidal, il guerriero malinconico: “Porto Torino nel cuore”


Ha deciso la partita tra Cile e Bolivia con un rigore calciato al 100esimo di una partita infinita. Ha dimostrato il solito carattere da guerriero che lo contraddistingue, mostrando poi anche il suo lato più umano quando, nel post partita, ha ricordato volentieri la sua esperienza a Torino. Stiamo parlando, ovviamente, di Arturo Vidal, il guerriero malinconico.

TORINO NEL CUORE – A latere della partita tra il suo Cile e la

 Sono 139 i precedenti nella massima serie tra queste due squadre: 30 le vittorie partenopee, 63 quelle bianconere, 46 i pareggi.

Bolivia, terminata 2-1 con gol all’ultimo secondo dei cileni, il centrocampista del Bayern ha rilasciato delle dichiarazioni a Sky Sport. Pungolato sulla sua esperienza italiana, Vidal ha, con un po’ di emozione nella voce, dichiarato: “Il calcio italiano mi manca, mi manca l’Italia: non so quando e se tornerò, Torino la porto sempre nel cuore”.

RIPASSO D’ITALIANO – Si è parlato poi dl futuro in Baviera, dove Vidal dovrà ripassare l’italiano, in quanto il suo prossimo allenatore sarà Carlo Ancelotti. “Ripassare l’italiano -dichiara il cileno- per parlare con Ancelotti? Sì, con Ancelotti dovrò parlare, ma ora sono in Nazionale, poi in vacanza e in seguito lo farò”.

Insomma, da queste parole emerge il grande feeling tra Vidal e il nostro paese. E chissà che il futuro non ci regali qualche sorpresa inaspettata…

Simone Calabrese

ULTIME NOTIZIE