Modello Juve, fatturato in costante aumento: obiettivo 400 milioni

Modello Juve, fatturato in costante aumento: obiettivo 400 milioni


La Juventus si avvia a chiudere l’annata 2015/16, caratterizzata dalla vittoria del quinto scudetto consecutivo, della coppa Italia (la seconda consecutiva) e della supercoppa italiana, con ricavi della gestione caratteristica (escluse dunque le plusvalenze e gli altri ricavi non ricorrenti) di circa 337 milioni, in crescita del 4% rispetto ai 324 milioni del 2014/15. Considerando anche la gestione della rosa dei calciatori (plusvalenze, minusvalenze, incasso e costo dei prestiti), pari a 37  milioni in aumento rispetto ai 23 milioni del 2014/15, il fatturato complessivo della Juventus nell’esercizio al 30 giugno 2016 dovrebbe superare i 380 milioni (348 milioni nel 2014/15).

DA MIGLIORARE I RICAVI COMMERCIALI – I ricavi commerciali della stagione 2015/16, che comprendono le partnership con Fca-Jeep, Adidas e Samsung dovrebbero attestarsi a 79,8 milioni: 67,8 milioni da sponsorizzazioni e pubblicità e 12 milioni circa dalle attività di merchandising. Pur essendo migliorati rispetto ai 53,8 milioni del 2014/15 (+48%) e ai 60,3 milioni del 2013/14, i ricavi commmerciali della Juve continuano ad essere inferiori a quelli del Milan (in crescita a 82,8 milioni nel bilancio al 31 dicembre 2015), nonostante le pessime prestazioni degli ultimi tre anni. Nonostante il dominio in Italia e la crescita delle prestazioni europee, il club di Andrea Agnelli non riesce a sfondare il muro dei 100 milioni di ricavi commerciali oltre il quale si trovano tutti top club europei.

I proventi dai diritti tv sono la principale voce di ricavo per i bianconeri. Nel 2015/16  dovrebbero attestarsi attorno ai 185,5 milioni di euro. Nel 2015/16 i ricavi da diritti tv nazionali (Serie A, coppa Italia, supercoppa italiana) dovrebbero crescere fino a 110 milioni, quelli relativi ai diritti tv UEFA equivalgono invece a 75,5 milioni.

timthumbSVILUPPO COSTANTE – In attesa di stimare i costi della stagione 2015/16, in modo tale da avere un quadro più completo del bilancio bianconero, analizzando i ricavi si può dire che la Juventus, sotto la gestione del presidente Andrea Agnelli e dell’amministratore delegato Beppe Marotta, ha proseguito la strada intrapresa 5 stagioni fa. I ricavi hanno evidenziato una crescita in tutte le aree di business, portando i bianconeri ad essere l’unico club italiano ad avere un fatturato superiore ai 300 milioni. L’aumento dei ricavi commerciali è l’unico modo possibile per rimanere in scia dei top club europei e, da questo punto di vista, dovrebbe essere registarto un balzo in avanti importante già dalla stagione 2015/2016.

Infine è necessario evidenziare il fatto che anche nell’esercizio 2015/16 la Juventus è stata dipendente in maniera sostanziale dai diritti tv della Champions League. Senza questa voce di ricavo il fatturato della gestione caratteristica si sarebbe attestato attorno ai 260 milioni.

 

ULTIME NOTIZIE