La Juve lavora al futuro di Luca Marrone

La Juve lavora al futuro di Luca Marrone

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Oltre alla campagna di rafforzamento, la Juve deve pensare anche al mercato in  uscita e alla gestione dei tanti tesserati in giro per l’Italia e l’Europa. Uno di questi è Luca Marrone che, dopo la stagione appena conclusa a metà tra Carpi e Verona, è in cerca di una nuova squadra per il prossimo anno. La Juventus cerca una squadra a cui girare il giocatore che sia in grado di dare nuova linfa alla finora sfortunata carriera del 26enne centrocampista di Torino.

Notizia di giornata è che i bianconeri avrebbero offerto il giocatore al Bologna, dove Marrone raggiungerebbe il direttore sportivo Riccardo Bigon che lo aveva portato a Verona la scorsa stagione.
Il ragazzo ha chiuso in crescendo la scorsa Serie A culminata, tuttavia, con la retrocessione del club scaligero in Serie B. Adesso i bianconeri decideranno se riportarlo a Torino e tenerlo in rosa o se, come appare più probabile, girarlo in prestito ad una società medio-piccola per cercare di recuperare quello che fino a qualche anno fa era uno dei giovani più promettenti del vivaio bianconero.

Complice gli infortuni e la sfortuna, la sua crescita è stata fortemente rallentata e il ragazzo ha perso il treno-Juventus, andando poi a giocare in prestito a Sassuolo, Carpi e, appunto, Verona.

In attesa di trovare una nuova sistemazione per Marrone, ma come detto non è da escludere che decidano di tenerlo a Torino in virtù delle nuove norme federali sulle rose che obbligheranno i club di A ad avere in rosa almeno 4 elementi cresciuti nel vivaio.

Tali norme e l’infortunio a Marchisio potrebbero forse dare una seconda opportunità in bianconero al giocatore, anche se ad oggi, la strada più plausibile è proprio la cessione in prestito o a titolo definitivo.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy