Giaccherini: “Conte mi riteneva importante nella sua Juve. Balotelli? Se solo avesse la metà della fame di Zaza…”

Emanuele Giaccherini ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera. L’ex giocatore bianconero ha commentato i suoi anni alla Juventus, il rapporto con Conte e non solo.

Queste le sue parole: “Conte si arrabbiò quando la Juve mi vendette. Mi riteneva importante per il suo progetto, sono contento di avergli dato tanto. Ora non ho vantaggi, lui non guarda in faccia a nessuno, ma è in grado di tirare fuori il massimo da ogni giocatore. Lui riesce a valorizzare chiunque”. 

giaccheriniE ancora: “In Francia proveremo a stupire. Balotelli? Se solo avesse la metà della fame di Zaza. La nostra forza sarà la difesa, poi punteremo sui giovani di talento come Insigne e Bernardeschi”.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

I commenti sono chiusi.

Preferenze privacy