Morata, destino segnato. E la Juventus ha già scelto il suo erede

Più passano i giorni e più Alvaro Morata si allontana dalla Juventus. La speranza di Allegri e di tutto il popolo bianconero è quella che Alvarito resti a Torino, ma Florentino Perez è stato chiaro con la dirigenza di corso GalFer: il Real Madrid eserciterà il diritto di riacquisto sul giocatore fissato a 30 milioni. La Juventus ne prende atto, bloccata dall’accordo stipulato due estati fa.

DESTINO SEGNATO – L’incontro tra Perez e Marotta è ormai imminente. Come confermato giorni fa dall’ad bianconero, Juve e Real hanno stabilito un incontro dopo la finale di Champions di sabato. Dunque, nel corso di questa settimana i due club decideranno il futuro del giocatore. Entrambe le parti, infatti, hanno necessità di chiudere in fretta: la Juventus vuole avere tutto il tempo a disposizione per trovare un sostituto dello spagnolo, il Real vuole sedersi al tavolo delle trattative con le tante pretendenti per Alvarito. Sì, perché per la Juventus oltre al danno ci potrebbe essere la beffa: il Real quasi sicuramente rivenderà Morata ad un cifra tra i 50 e i 60 milioni di euro. Psg e Chelsea sono i due club attualmente in vantaggio per il giocatore. Occhio anche all’Arsenal: Wenger da tempo stravede per l’attuale numero 9 della Juventus.

BerardiIL POST-MORATA – La Juventus attende il Real, ma nel frattempo si muove per trovare il sostituto in rosa dello spagnolo. Stando alle nostre fonti e come confermato da Marotta, l’erede di Alvarito sarà Domenico Berardi. La Juventus ha le potenzialità e la volontà di esercitare il diritto di prelazione morale che ha sul classe ’94 calabrese. Al Sassuolo andranno circa 25 milioni di euro. Le alternativa, oggi assai poco probabili, sono Lukaku e Batshuayi.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy