L’importanza del mercato anticipato

Non è nemmeno finito il campionato, la stagione deve ancora dire completamente la sua e la Juventus ha nel mirino un altro obiettivo, l’undicesima Coppa Italia da conquistare, in quel di Roma, il prossimo 21 maggio.

MERCATO ANTICIPATO – Ma in Corso Galileo Ferraris, però, si pensa giàmario lemina alla prossima stagione. Il primo colpo è stato il riscatto di Lemina, sfruttando il diritto di riscatto valido fino al 30 aprile. Marotta e Paratici, però, stanno cercando di mettere a segno le operazioni per puntellare la rosa già in questa fase di pre-calciomercato. L’anno scorso, tra maggio e giugno, arrivarono Dybala e Khedira, due innesti fondamentali per la vittoria del quinto scudetto consecutivo. L’idea è di ripetere tali manovra, evitando, però, gli errori della scorsa sessione di calciomercato, e quindi, di ridursi all’ultimo giorno per comprare uno degli obiettivi fondamentali, come accaduto con Draxler, poi sfumato.

SENZA PROBLEMI – Anticipare il calciomercato è una mossa molto saggia poiché si evitano intoppi e problemi legati all’inesorabile scorrere del tempo e all’avvicinarsi dell’inizio della preparazione e della stagione. L’estate 2016, inoltre, sarà ricchissima di eventi: Europei, Copa America, Olimpiadi, che possono far lievitare il prezzo di calciatori. Molto probabilmente, Marotta e Paratici hanno già chiaramente in testa quale sarà il futuro di Morata, Pogba e Cuadrado, per citare i 3 big della rosa che non si sa con certezza se resteranno bianconeri, pertanto agiranno di conseguenza.

Dopo 5 anni di trionfi e dominio in Italia, i vertici bianconeri hanno, quantomeno, guadagnato la fiducia. Quindi, in barba a critici e bacchettoni, aspettiamo le mosse della società con occhio distaccato – ma attento – perché si è consapevoli che saranno mosse giusto. Per sognare, forse, un po’ più in grande.

Luigi Fontana (@luigifontana24)

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

I commenti sono chiusi.

Preferenze privacy