Juventus campione d'Italia? Ecco quando si potrà festeggiare

Juventus campione d’Italia? Ecco quando si potrà festeggiare


Manca poco, davvero poco. Sembra essere solo una questione di tempo. L’obiettivo principale di questa stagione era quello di incanalare il quinto scudetto di fila e le prime giornate di campionato sembravano voler togliere alla Juve questo sogno. Allegri ha predicato calma, ha tranquillizzato tutti e con 22 successi su 23 partite ha ristabilito le gerarchie di un campionato straordinario. Sotto tutti i punti di vista. E già domani sera, la formazione bianconera potrebbe festeggiare questo scudetto. Come? Ecco in che modo. curva

Forti dei 9 punti di vantaggio sul Napoli, la Juventus si cucirebbe lo scudetto sul petto in caso di sconfitta dei campani questa sera contro il Bologna e di vittoria contro la Lazio domani allo Stadium. A questo punto, con quattro giornate al termine, il distacco salirebbe a +12 con i bianconeri che si assicurerebbero la testa della classifica grazie alla differenza reti visto che negli scontri diretti c’è un perfetto equilibrio: ad oggi, Dybala e compagni hanno siglato 8 reti in più rispetto alla formazione di Sarri.

Se tutte queste premesse non venissero rispettate, la Juventus potrebbe festeggiare lo scudetto alla 35° giornata quando i bianconeri saranno ospiti della Fiorentina e il Napoli della Roma. Nel caso di vittoria della Vecchia Signora contro i Viola, il titolo di Campione d’Italia potrebbe arrivare lunedì pomeriggio se i giallorossi riuscissero a frenare gli azzurri. Inoltre, nel caso di pareggio contro il Bologna e di mancata vittoria contro la Roma, alla Juventus basterebbe anche un pareggio in terra toscana.

Non è da escludere, ovviamente, un cammino sempre vittorioso del Napoli in queste due prossime giornate. Se ciò avvenisse e la Juventus pareggiasse almeno una partita, la data dello scudetto slitterebbe al 1 maggio. A questo punto, con un +7 sul Napoli, vincendo contro il Carpi allo Stadium la Juventus festeggerebbe il quinto scudetto di fila con due giornate di anticipo.

Michele Ranieri

Loading...