Generazione di Fenomeni – Roberto Núñez e la sua fame di vittoria

Quando i tuoi genitori si alzano alle 4 del mattino per portarti da Talavera a Madrid hai un qualcosa dentro che ti spinge a far meglio. Quella carica, quella grinta che non può compensare tutta la classe del mondo. Stiamo parlando di Roberto Núñez, classe 1996, dell’Atletico Madrid.

Il ragazzo, sin dai primi passi in un campo di calcio, ha giocato come punta centrale e ha dimostrato di essere un ottimo centravanti, ma negli ultimi anni ha decentrato la sua posizione. Con l’Atletico Madrid e con la maglia della nazionale spagnola sta giocando spesso sulla fascia sinistra nel tridente d’attacco. Roberto è dotato di grande velocità e di un ottimo dribbling. Spesso si accentra scaricando il suo destro potente, ma non disdegna l’effetto sorpresa spostando la palla sul sinistro e incrociando il tiro imparabile per i portieri avversari.Roberto Nunez

Nella Youth League l’Atletico Madrid è uscito troppo presto dalla competizione, ma Robert (il soprannome da ragazzino, ndr) è ancora ben saldo come capocannoniere del torneo con 9 reti. In tutte le competizioni e con tutte le maglie ha una media realizzativa di un gol a partita. Simeone ha notato il suo talento e lo ha fatto allenare con la prima squadra. Teniamo d’occhio questo diamante grezzo perché la sua voglia di giocare a calcio e di vincere lo caratterizzerà nei suoi prossimi anni di carriera.

Alberto Gencarelli

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy