Dybala, lavoro differenziato per tornare a San Siro

S’è dovuto accomodare in tribuna, Dybala: troppo rischioso mandarlo in campo, dopo l’infortunio nel derby. E dire che, contro il Torino, aveva voluto esserci a tutti i costi, risolto il problema al polpaccio che l’aveva tenuto fuori col Bayern. È pure per questo che Allegri, su indicazione dei medici, l’ha lasciato a riposo.

Ma Paulo proprio non ce la fa a rimanere lontano dalla Signora e, allora, prima della sfida all’Empoli è stato coi compagni nello spogliatoio. Poi, su, in tribuna: a soffrire, tifare, gioire. Magari pure con un pizzico d’invidia, perché lui vorrebbe giocare sempre. Ma la squadra viene prima di tutto, lo sa ed è ormai un mantra.

Il gol all'andata contro il Milan
Il gol all’andata contro il Milan

Ecco, però, Dybala è davvero tanto importante, per la squadra. Fondamentale, si direbbe, tanto che quella di ieri sera poteva e doveva essere una – ennesima – prova di maturità: vincere anche senza il suo apporto, sempre decisivo. Esame superato, ma l’argentino è pronto a tornare: sta lavorando a parte, dopo essere stato curato a Vinovo nei giorni scorsi, per tornare contro il Milan. Un programma speciale, fatto su misura per il fuoriclasse bianconero. Per riaverlo a San Siro: la Joya scalpita per esserci.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy