Juve, ricavi commerciali in stand by. Calciopoli pesa ancora

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il mondo del calcio è legato senza ombra di dubbio ai risultati sportivi. Per potersi affermare sul campo e alzare trofei bisogna avere indiscusse capacità manageriali che possano far aumentare il fatturato della società e, quindi, permettersi l’acquisto di giocatori importanti e i loro relativi stipendi.

andrea agnelliSotto la gestione Agnelli si è avuto il boom economico degli ultimi anni della Juve. I risultati in campo si sono visti, legati anche ad un fatturato che è spesso elemento di discussione degli allenatori piagnucoloni della seria A. Una della aree in cui i manager bianconeri stanno puntando fortemente è quella relativa agli introiti commerciali. La Juventus, infatti, nel 2014 ha fatto registrare 53,80 mln di ricavi commerciali, cifra in riduzione del 10% rispetto all’anno precedente. La società bianconera in questa speciale classifica è seconda al Milan con un gap di circa 25 mln di euro.

Piccolo appunto: sfogliando il bilancio bianconero compare la voce “Altri Ricavi” pari a 24,8 mln di euro. Non c’è sicurezza a che tipo di ricavi possano essere, ma Deloitte ha calcolato 73,5 mln di euro di ricavi commerciali per la Juventus.

Deloitte (azienda di servizi e consulenze) ha svolto varie ricerche buttando gli occhi sui fatturati delle varie squadre e ha comparato la situazione prima e dopo Calciopoli.  Nel 2007 la società fa notare come il Real Madrid era l’unica società ad avere oltre 300 milioni di fatturato e la top 10 era tutta racchiusa tra il secondo posto del Barcellona con 259 milioni di euro e l’ottavo posto del Bayern Monaco a 205 milioni di euro.

Nella top ten erano presenti la Juventus (3), il Milan (5) e l’Inter (7). Nel 2016, a distanza di 9 anni, la Juventus si trova al decimo posto con i suoi 323,9 mln di euro, 100 mln sotto al Chelsea (8) e 200 rispetto al Manchester (3). Chiaramente si intuisce che i ricavi siano influiti dai diritti televisivi, ma si nota come la Juventus ha praticamente dovuto ricostruire da quel terribile anno. Il fatturato, che è stato praticamente dimezzato successivamente a Calciopoli, è stato riportato a quello di circa 9 anni fa. Un decennio, insomma, per scongelarsi e riprendersi da quel simpatico teatrino.

Il calcio italiano tutto ha subito gli effetti collaterali di quella farsa. Un campionato meno ambizioso per i giocatori, dunque per le Tv. Ecco i risultati a distanza di tempo. La Juventus sta ovviando a questi problemi con accordi siglati che porteranno linfa nuova nelle casse bianconere.

La Juve ha affiancato progetti collaterali come quello immobiliare della Continassa che porterà sia extra-ricavi diretti, sia vantaggi indiretti. In futuro, ma in parte già dal prossimo bilancio, si noteranno gli effetti della nuova gestione. Il ritardo accumulato è troppo per poter essere colmato nel breve o medio periodo, ma nulla è perduto se all’energica azione del club si affiancherà un cambio di passo anche nel governo del sistema calcio.

Alberto Gencarelli

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook