Bayern-Juve, l'analisi dell'attacco: super Morata, male Mandzukic

Bayern-Juve, l’analisi dell’attacco: super Morata, male Mandzukic


Nella gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League finisce l’avventura della squadra bianconera, la Juventus cede al Bayern, risultato finale 4 a 2 dopo i tempi supplementari. Reparto offensivo positivo a metà, Morata magnifico.

MORATA – Non c’e niente da fare, quando sente la “musichetta” della champions, il campioncino iberico dà il meglio di sé, sempre e comunque. Una delle migliori partite di “Alvarito” con la casacca bianconera, presenza e costanza in ogni fase di gioco. Lo spagnolo dribbla a più non posso, protegge in maniera eccellente ogni pallone giocato, permettendo alla squadra di salire, confeziona innumerevoli sponde, serve un magnifico assist a Cuadrado dopo un coast to coast infinito saltando ben tre giocatori, per di più fa anche un goal con scavetto a Neuer che ingiustamente viene annullato dal guardalinee. Esce esausto al 72′, forse in quell’istante esce dal match anche la Juve.

Morata

MANDZUKICPrestazione non positiva del gigante croato. “Marione” non è al meglio della forma, complice un risentimento muscolare accusato col Sassuolo, e si vede. Entra al 72′ senza incidere in nessuna delle due fasi di gioco, ha il compito (non facile) di sostituire Morata e di far salire la squadra in un momento di difficoltà. Mario ci prova, lottando e combattendo come al solito, ma questa volta non basta, da rivedere.

Michele Santoro (@michelesantoro9)

 

ULTIME NOTIZIE