Muller scalda già Bayern-Juve: "A Torino risultato bugiardo"

Muller scalda già Bayern-Juve: “A Torino risultato bugiardo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Thomas Muller non ha digerito il pareggio dello Juventus Stadium. L’attaccante bavarese ha infatti dichiarato che quel risultato è stato bugiardo e che i tedeschi avrebbero meritato la vittoria in Italia. Dichiarazioni che non fanno che riscaldare già l’atmosfera in vista del ritorno di mercoledì.

MERITAVAMO NOI – Thomas Muller ha risposto alle domande di Sport 1. Stimolato sulla gara di andata e sull’imminente partita di ritorno di Champions contro i bianconeri, Muller ha dichiarato: “Il ritorno con la Juve? Avrei preferito giocarlo 3 giorni dopo l’andata, perché quel 2-2 non è la giusta fotografia della prestazione che abbiamo offerto a Torino”. Muller che, quindi, non ha del tutto digerito il pareggio dell’andata, nato da una rimonta dei padroni di casa dopo proprio un suo gol e la magia di Robben.

1319-620x330

NOI E IL BARçA CI GIOCHIAMO TUTTO – Più che alla Juventus, l’attaccante del Bayern sembra pensare al Barcellona, squadra che con i tedeschi è la favorita per la vittoria finale: “I blaugrana – dichiara Muller- sono in un buon momento e sono reduci dal triplete dello scorso anno, sicuramente noi e il Barça siamo fra le più forti d’Europa. Se dovesse arrivare una sfida contro di loro ci faremo trovae pronti. Noi siamo primi in campionato, a un passo dalla finale di Coppa e abbiamo ottenuto un grande risultato nell’andata degli ottavi, non vedo dove siano meglio di noi”.

Muller, dunque, sembra snobbare la Juventus, ma dovrà fare i conti con i bianconeri mercoledì. E chissà che, alla fine, non cambi idea…

Simone Calabrese

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy