Atalanta-Juve, Marotta: "Oggi partita difficile, ma siamo concentrati. E su Marchisio-Rai..."

Atalanta-Juve, Marotta: “Oggi partita difficile, ma siamo concentrati. E su Marchisio-Rai…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Nel pre Atalanta-Juve, ecco Beppe Marotta ai microfoni di Mediaset Premium. Di seguito, le sue dichiarazioni.

CONCENTRATI – “Siamo concentrati sulle tutte le competizioni. Oggi, la partita è difficile, e allora concentriamoci su questa. L’Atalanta permette di dare un’impronta agonistica di alto livello, quando arriva la Juventus si trovano forze incredibili, lo ha detto anche Reja”.

IN COPPA – “Non c’era eccessiva determinazione, abbiamo centrato l’obiettivo, ci siamo riusciti bene. All’andata avevamo vinto 3-0, ai rigori abbiamo prevalso noi”.

MAROTTA 28-10-2009

MARCHISIO-RAI – “Un altro argomento di cui si è parlato molto, Marchisio ha esternato un sentimento che non lede al prestigio dei colleghi. Ogni volta che c’è una critica diretta si accendono movimenti di ogni genere, riconoscendo la professionalità dei colleghi Marchisio si è scusato, l’argomento si chiude in quel momento”.

NUMERI DEL CALCIO – “Nell’ultimo mese si è parlato dei diritti ma fatta poca politica, bisogna parlare delle riforme sull’aspetto tecnico. Abbiamo una posizione deficitaria rispetto alle altre nazioni con strutture fatiscenti, i diritti tv prendono l’attenzione ma fanno dimenticare problematiche essenziali”.

MOVIOLA – “Ben venga, ma il calcio è diverso dalle altre discipline. Certo, se aiuta a limitare gli errori… ma la discrezionalità dell’arbitro non va annullata anche perché anche con la moviola non si riescono ad eliminare i dubbi. Oltre alla moviola, auspico un dialogo aperto con gli arbitri, un dialogo costruttivo”.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy