Juve, Allegri resta: ma il piano B era già pronto

Juve, Allegri resta: ma il piano B era già pronto


Promesse e premesse: Max Allegri, alla fine, ha sciolto le sue riserve. Resta a Torino, il livornese. E pazienza per quelle lezioni d’inglesi prese così assiduamente. Chissà, magari gli gioveranno in futuro, un po’ com’è accaduto a Paulo Sousa con quel bel po’ d’italiano imparato nelle sue esperienze tra Juve ed Inter.

PAULO SOUSA - Grande ex, che sta stupendo tutti con la sua Fiorentina. Ha il dna juventino e, per indole, è uno ambizioso. Ha detto che il suo obiettivo è la Champions e considera Firenze una tappa per l'obiettivo principale. Che potrebbe cogliere proprio in bianconero...

PAULO SOUSA – Grande ex, che sta stupendo tutti con la sua Fiorentina. Ha il dna juventino e, per indole, è uno ambizioso. Ha detto che il suo obiettivo è la Champions e considera Firenze una tappa per l’obiettivo principale. Che potrebbe cogliere proprio in bianconero…

Ed eccoli che tornano, a mo’ di incroci pericolosi: Allegri-Sousa, il testimone era stato già programmato dalla Juventus. Stando infatti alle ultime raccolte da Il Messaggero, sarebbe stato proprio l’attuale tecnico della Fiorentina il sostituto naturale dell’ex Milan sulla panchina bianconera.

Un gradito ritorno, per Paulo. Che dai viola vorrebbe allontanarsi, specialmente dopo le ultime vicende – non proprio amichevoli – tra lui e Della Valle…

ULTIME NOTIZIE