Rugani, dopo la pessima prestazione contro l'Inter arriva il momento della verità

Rugani, dopo la pessima prestazione contro l’Inter arriva il momento della verità


Il quarto derby d’Italia della stagione se lo aggiudica l’Inter con il punteggio di 3 a 0 pareggiando clamorosamente lo score del match d’andata allo “Stadium”. In virtù dei calci di rigore, unico gesto tecnico riuscito alla perfezione ai giocatori bianconeri, la Vecchia Signora ottiene il pass per la finale della 69° edizione della Coppa Italia, dove affronterà l’altra squadra di Milano. La squadra è parsa priva di motivazioni, concentrazione e cattiveria agonistica, nonostante scendessero in campo giocatori poco impegnati nel corso della stagione che avrebbero potuto e dovuto sfruttare decisamente meglio questa occasione concessagli dall’allenatore, per poter insinuare qualche dubbio a mister Allegri per il proseguo della stagione. Uno su tutti Daniele Rugani. Tutti si aspettavano una grande prova del difensore centrale classe ’94, ma il giovane ex Empoli ha deluso le aspettative.

rugani under 21PEGGIORE IN CAMPO – Una prestazione assolutamente insufficiente di Daniele: presenza difensiva mentale e fisica rasenta lo zero, male in fase di impostazione e nelle chiusure sugli attaccanti avversari. Poca concentrazione dimostrata sin da subito, rischiando di far subire il secondo gol con un errore grossolano su un passaggio orizzontale. Nel secondo tempo conclude l’opera stendendo Perisic in area di rigore, regalando il gol che porta la partita prima ai supplementari e poi ai calci di rigore. Questa prestazione sembra purtroppo dare ragione ad Allegri che dichiara da inizio anno la necessità di tempo necessaria al ragazzo per entrare appieno negli schemi difensivi della squadra.

FUORI IL CARATTERE – Ora Rugani deve esprimere il suo vero valore a chi ha creduto in lui rifiutando offerte monstre provenienti da tutta Europa. Il giovane difensore deve dimostrare di meritare una solida presenza nel reparto arretrato bianconero, distinguendosi dai giocatori che lo hanno preceduto recentemente, transitati alla Juve senza lasciare il segno, dimostratisi non all’altezza (Ogbonna su tutti). La scorsa stagione, disputata con la maglia dell’Empoli, ha palesato le indubbie qualità fisiche e tattiche di Rugani, adesso però, nonostante la giovane età, è indispensabile sapere se in futuro potrà raccogliere la pesante eredità dal trio difensivo che sta scrivendo pagine di storia con la maglia della Juve.

Simone Dinoi

ULTIME NOTIZIE