ReLive Allegri: “Tre obiettivi da raggiungere”

ORE 12 – Massimiliano entra nella sala stampa ed è pronto a rispondere alle domande dei giornalisti in vista della super-sfida tra Juve e Inter.

JUVE-INTER POST CHAMPIONS – “Abbiamo fatto un buon risultato contro il Bayern, ma ora concentriamoci sull’Inter. Domani sarà una partita difficile, è sempre il Derby d’Italia, la classifica non conta. Sarà il primo dei 3 scontri diretti di questo periodo. Vogliamo tornare a vincere, rimanere primi in campionato e arrivare in finale di Coppa Italia. La Champions è lontana”

CROLLO INTER – “Campionato ancora equilibrato, l’Inter è ancora in corsa. La Roma può ancora potenzialmente dire la sua in campionato, come la Fiorentina e il Napoli. Bisogna tornare alla vittoria dopo due pareggi. L’Inter? Non me l’aspettavo, ma è ancora in corsa. Nel calcio ci vuole equilibrio e pazienza”.

JUVE-INTER, DOPPIA SFIDA – “Partite completamente diverse, vogliamo fare bene in entrambe, pensiamo partita per partita”.

MANCINI – “Non so se si metterà a specchio, anche perché non so se sa come giocheremo. Dovremo fare una grande partita a livello tecnico e di velocità di passaggio, anche perché in Europa è fondamentale migliorare queste caratteristiche. I moduli contano relativamente, l’importante è giocare bene, oltre alla fame che la Juve ha nel DNA da sempre. Grande importanza ha avuto per noi la partita di martedì”.

CONTE-CHELSEA – “Quello che ho in testa io non lo sa nessuno: decido io dove andare, mi veniva da sorridere alle voci sul Chelsea. Sto bene qui: stiamo lavorando per cercare di vincere il quinto scudetto consecutivo, arrivare ancora in finale di Coppa Italia e di passare il turno con il Bayern”.

PAROLE MAROTTA – “Mi fanno piacere. Ho sempre detto che sto bene qui ma che non era il momento di parlarne.”

CHIELLINI – “Sta bene e ho quasi tutti a disposizione”

FORMAZIONE – “Ancora tutto in alto mare. Devo vedere le condizioni di alcuni giocatori, come Barzagli e Khedira. Fino a oggi, a parte Gigi, non ho ancora certezze”

RINNOVO – “Alla Juve sto bene. Mi piace molto vedere che a fine anno alcuni giocatori sono migliorati a livello tecnico tattico”

HERNANES – “Sono contento della sua prestazione martedì. Aveva bisogno di giocare. E’ un ruolo che gli si addice, in questo momento gioca meglio davanti alla difesa: ha lancio lungo, usa entrambi i piedi, sarà il suo ruolo”

NAPOLI  E EUROPA – “Il Napoli non è in crisi e Higuain si riprenderà. In Europa bisogna sempre valutare chi si ha davanti. In Europa ci sono solo 3 squadre che arrivano sempre in fondo: Barcellona, Real e Bayern. Prima di pensare alla Champions dobbiamo vincere in campionato”

FUTURO – “Non ci ho ancora pensato. In questo momento è vincere il quinto scudetto, arrivare in finale di Coppa Italia e, soprattutto, cercare di passare il turno. A fine partita martedì tutti erano felici e io invece ero arrabbiato, perché nel primo tempo potevamo fare meglio. Io CT? Perché mi volete mandare via dalla Juve? Finché c’è Conte c’è Conte, poi si vedrà”.

 

 

 

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy