Eder sfida la Juve: “Anche se non segno voglio batterli”

Eder Citadin Martins è stato l’acquisto top del mercato di gennaio neroazzurro. Arrivato per dare una svolta allo sterile attacco dell’Inter, Eder non è ancora riuscito a segnare da quando si trova a Milano. Un dato non da poco che gli ha fatto piovere addosso già parecchie critiche sia dai giornali che dai tifosi. Domani però c’è l’importantissima sfida con la Juve, e l’italo-brasiliano non vede l’ora di mettersi finalmente in mostra.

A TU PER TU CON EDER – L’oriundo neroazzurro ha rilasciato un’intervista a “Libero” in vista del Derby d’Italia. Eder ha parlato un po’ di tutto, dal suo passaggio all’Inter all’Europeo. Sul suo approdo all’Inter dichiara: “Ero consapevole delle difficoltà di spostarsi a gennaio, ma non ho avuto problemi. Non penso all’assenza dei gol. Penso solo a dare il massimo. Momenti difficili li passano tutti, passerà anche questo”. Concentrando sulla super-sfida di domani sera, Eder afferma: “La Juve si batte con coraggio. Se vai a Torino senza coraggio parti già sconfitto. I bianconeri hanno avuto il merito di sbagliare meno di noi, ma la matematica dice che dobbiamo credere alla zona Champions. Potessi togliere due giocatori alla Juve toglierei Buffon e Barzagli”. Infine Eder strizza l’occhio a Conte in vista degli Europei: “E’ vero, ci penso. Dovrò guadagnarmelo giocando, poi starà al CT fare le sue scelte”.

Un Eder carico, quindi, e intenzionato a sbloccarsi con l’Inter, ma dovrà fare i conti con i suoi compagni di Nazionale Buffon, Barzagli, Bonucci e Chiellini, che insieme formano la miglior difesa del campionato.

Simone Calabrese

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy