Diritti Tv, i dettagli dell'accordo: due club hanno votato contro

Diritti Tv, i dettagli dell’accordo: due club hanno votato contro


Dopo una lunga attesa, arriva l’intesa: la Lega Calcio è riuscita a trovare un accordo per la spartizione dei diritti televisivi per la stagione 2015-16.

FINALMENTE L’ACCORDO – Dopo difficili trattative portate avanti nel corso degli ultimi mesi, i rappresentati dei 20 club di Serie A, dopo una riunione durata circa quattro ore, hanno raggiunto un punto di incontro in grado di soddisfare sia il gruppo formato dalle “sette grandi” (Juventus, Milan, Roma, Fiorentina,Inter e Napoli) sia quello formato dalle restanti 14 squadre. Sono stati 18 i club che hanno votato a favore dell’accordo, con Palermo e Chievo che invece si sono mostrate contrarie. Per questa stagione il bottino complessivo dei diritti tv è aumentato di un 20% che, porta la somma totale, escluse spese e commissioni, a circa un miliardi di euro da spartite tra i club di Serie A.

AUMENTO DEL PARACADUTE – Tra le novità più importanti dell’accordo, c’è quella relativa all’aumento del paracadute per le squadre che retrocederanno in Serie B. Per le retrocesse si passa da un fondo di 30 milioni di euro ad uno di 60, soldi che verranno poi ripartiti in base al numero di stagioni di permanenza nel massimo campionato.

 

Loading...