Juve-Bayern, le pagelle dei bianconeri: Pogba alza la cresta! E che guerriero Mandzukic

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Di cuore, di grinta, di voglia. Si sapeva non fosse facile, ma il Bayern visto nei primi sessanta minuti era sembrato davvero troppo per questa Juve. Ma i bianconeri non ci stanno e reagiscono. Eccome se reagiscono: da zero a due, riacciuffano il pari. E, ora, a Monaco sarà partita vera: ecco le pagelle!

BUFFON, 6 – Sui gol non può nulla, anzi sul primo Lewandowski gli copre la visuale: il polacco era in fuorigioco, sarebbe stata una rete da annullare. Quando viene chiamato in causa, comunque, risponde presenta: garanzia.

LICHTSTEINER, 6 – Lo svizzero è propositivo, forte dell’aiuto di Cuadrado. Poteva forse fare meglio in occasione del vantaggio bavarese, ma per il resto la sua è una buonissima prova.

BARZAGLI, 6 – Quando il gioco si fa duro, Barzagli alza il muro! Sul primo gol è sfortunato nella deviazione, mentre sul secondo si trova uno contro uno con Lewandowski – colpa di un fallo non fischiato su Bonucci – e non riesce a contrastare con efficacia Robben. Ma l’olandese è uno specialista…

BONUCCI, 6 – Meno compiti d’impostazione, più sostanza in difesa: quello che serviva in una serata tanto difficile. Subisce un fallo a centrocampo, in occasione del secondo gol, ma l’arbitro lascia correre: lui non si abbatte e rientra, ma non può fare nulla. Che spirito, però, Leo!

EVRA, 6 – Il primo non è entusiasmante per Patrice, che soffre le sfuriate di Robben e lascia qualcosa a Lahm. Nella ripresa rientra diverso ed è anche più propositivo in fase offensiva.

CUADRADO, 6.5 – Sulla fascia destra è una costante: difende, attacca, pressa e recupera. Dà man forte a Lichtsteiner e in avanti crea pericoli: in qualche occasione potrebbe essere più concreto, ma il colombiano conferma l’ottimo stato di forma.

KHEDIRA, 6 – Soffre il pressing altissimo degli avversari. Allegri gli chiede di far alzare il baricentro della squadra, lui che è uomo d’ordine e tattica. Non era per niente facile. (STURARO, 7 – Questo è il gol più importante della sua carriera, senza dubbio. Tempismo d’attaccante e personalità da veterano, il centrocampista bianconero si rivela determinante).

MARCHISIO, 6 – Il Principino non è al meglio fisicamente, tanto che nel secondo tempo lascia il posto a Hernanes. Si vede e, infatti, non offre la solita prestazione di quantità e qualità. (HERNANES, 7 – Il brasiliano entra e, a sorpresa, fa davvero bene. D’intensità e di talento, si mette in mostra. Può essere un punto di partenza).

POGBA, 7 – Le stelle brillano di notte. E Paul è la stella più luminosa del firmamento bianconero. Lo dimostra, con i suoi colpi di classe: mette lo zampino nel gol del pareggio, ma è sempre pericoloso e mai lezioso. Un faro nel buio, quando il Bayern domina, ma pure quando arriva il momento di far male.

DYBALA, 7 – Era la prima notte di un certo spessore per la Joya: un anno fa era a Palermo, è bene ricordarlo. E nel primo tempo, a dire il vero, un po’ si vede. Ma il campione si vede nei momenti decisivi: lui c’è, quando Kimmich sbaglia e si crea l’opportunità per segnare. Che sia la prima di tante gioie europee. (MORATA, 6.5 – Lo spagnolo entra, si batte e fa da torre per Sturaro, che sigla il gol del pareggio)

MANDZUKIC, 7 – Lotta, stringe i denti ed è determinante quando conta. Preziosissimo con il suo lavoro sporco, serve a Dybala l’assist per il gol che accorcia le distante. E i suoi duelli sono tutta grinta: l’ex ha il dente avvelenato.

ALLEGRI, 7 – Il primo tempo proprio non gli piace, ma nel secondo indovina le mosse giuste. L’azione del secondo gol è la sintesi delle sue intuizioni: sponda di Morata per Sturaro, che insacca. Quando due subentrati sono tanto incisivi, non si può che fare i complimenti all’allenatore.

Felice Lanzaro (@FeliceLanzaro)

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook