Vidal: “Non sono un nemico, se segno non esulto”

Scherzo del destino quello di Arturo Vidal, che si trova a dover affrontare proprio la Juventus, squadra con la quale si è lasciato in estate, accontentando un po’ tutte le parti in gioco; i bianconeri hanno incassato una buona cifra, lui ha saggiato un’altra sfida importante in un top club e il Bayern ha rimpiazzato prontamente l’addio di Schweinsteiger.

La Gazzetta dello Sport lo ha intervistato in vista dell’andata del doppio confronto, Vidal dimostra di essere ancora molto legato al bianco e nero: “Non sono un nemico, ma un semplice avversario, spero non mi fischino. Seguo sempre la Juve in tv, ho sempre creduto nella rimonta perchè sono un gruppo solido e forte, in quattro anni ho imparato tanto. Se segno non esulto.”

Chi passa? Arturo non si sbilancia, ma nelle file juventine c’è qualcuno di molto temibile….Ecco le sue parole: “Ci sono pari possibilità di passare il turno, direi un 50% a testa. Chi prenderei alla Juve? Pogba, Barzagli e Bonucci.

Roberto Moretti

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy