SERIE A – Toro corsaro a Palermo, Samp bloccata in casa. E questo Bologna ora spaventa…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Sono soltanto tre le sfide della domenica pomeriggio di Serie A, in attesa del delicatissimo posticipo tra Fiorentina e Inter.

UDINESE-BOLOGNA 0-1 –È una sfida salvezza, inutile girarci intorno. E alla fine gli uomini di Donadoni meritano la vittoria. Solo 1-0 nel nuovo Friuli (leggasi Dacia Arena), con l’invenzione di Destro che costruisce in solitaria un gol da attaccante che può sognare la convocazione azzurra. Nel finale palo di Felipe (nei primi 45 minuti un legno per parte con Mounier e Zukanovic) e un gol divorato da Zapata. La panchina di Colantuono traballa e a Udine circola il nome di Malesani: la situazione è delicatissima.

SAMPDORIA-ATALANTA 0-0 – Una partita dove regna la noia. Tra le due squadre domina l’incertezza, le poche iniziative e, probabilmente, anche un pizzico di paura. La classifica si muove, e forse è l’unica nota positiva della giornata per le due squadre che non vincono da oltre un mese. Le carte Borriello (per Pinilla) e Muriel (per Correa) non accendono un match davvero brutto da vedere: solo tre volte i portieri sono stati “impegnati”.

PALERMO-TORINO 1-3 – È Immobile show. Dopo il vantaggio di Gilardino dopo soli 160 secondi, il Torino rialza la testa (in 10 partite gli uomini di Ventura hanno raccolto tre punti in un solo match). L’ex Borussia-Siviglia si inventa la volata che vale il penalty (trasformato dallo stesso attaccante) prima dell’autogol di Gonzalez che insacca alle spalle di Sorrentino (il portiere uscirà poco dopo per infortunio). Nel secondo tempo altra invenzione dell’attaccante campano che si beve la difesa rosa e segna di sinistro: protagonista.

Luca Feole

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook