Dybala al TG1: “Batto Higuain e segno il gol più bello. Allegri? Mi ha aiutato così…”

Decisivo. Come pochi. Anzi: alla Juve, come nessuno. Paulo Dybala il giocatore più giovane, nei cinque campionati più importanti d’Europa, ad avere una percentuale d’influenza sul suo club superiore al 40%. Ma è anche il leader offensivo di una squadra che adesso non ha più scuse: deve dominare. A partire da sabato sera.

Certo, davanti ci sarà il Napoli: chiamarlo ‘osso duro’ è un eufemismo, pure banale. “Ma Higuain capocannoniere e Dybala campione d’Italia?”, chiedono dal TG1 alla Joya. “Metto la firma dove vuoi”, risponde l’argentino. Idee chiarissime, ecco. “Lui però è un amico, un rivale ed un giocatore da battere – continua l’attaccante – L’ho conosciuto l’anno scorso, è un rivale perchè gioca a Napoli e un campione da superare, visto quel che ha vinto e visti i gol fatti”.

Nel quartier generale dell’Albiceleste ha inoltre conosciuto dal vivo Tevez, l’uomo che ha dovuto sostituire: in campo e nei cuori bianconeri. “Ma avevo già parlato con lui ai tempi del Palermo – puntualizza – Era meglio fosse rimasto, con lui sarebbe stato più facile…”. E lo sarebbe stato anche per Allegri, specialmente all’inizio. A proposito, sentite cosa dice del suo mister: “Mi ha aiutato tantissimo. All’inizio quando non mi faceva giocare c’era un motivo: dovevo adattarmi al salto da una realtà come il Palermo alla Juventus. Ci voleva tempo, e lui lo sapeva bene…”. Una gestione a dir poco perfetta: finora tredici gol, tutti importanti. Il più bello? “Difficile dirlo… Diciamo il prossimo e speriamo sia sabato!”, risponde Dybala. Ve l’avevamo detto: idee chiarissime.

Cristiano Corbo

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy