Abramovich guarda in Italia: Conte o Allegri per il suo Chelsea

Dopo l’esonero di Mourinho poco prima di Natale, è stato chiamato alla guida Hiddink ma con ogni probabilità rimarrà solo fino al termine della stagione. Abramovich e la diriegenza del Chelsea infatti stanno seguendo vari profili, in una lista che sembra formata da 4 nomi. Tra questi ci sono anche Pellegrini in uscita dal City e Simeone dell’Atletico Madrid, ma per ragioni differenti rimarrano con ogni probabilità solo candidati.

L’ex centrocampista di Inter e Lazio ha avuto un collquio con il Chelsea, ne è rimasto colpito e lusingato ma il rapporto che lo lega all’Atletico Madrid è troppo forte, che proprio sotto la sua guida sta mettendo in discussione il duopolio tra Barcellona e Real Madrid. Pellegrini invece a fine stagione sarà libero dato l’avvento di Guardiola nella sponda blue di Manchester, ma non convince pienamente per carisma e per i risultati ottenuti.

Ed ecco che i due cerchiati in quella lista sono i nomi di due italiani, Antonio Conte e Massimiliano Allegri. Entro la fine di marzo si saprà chi sarà il nuovo allenatore del Chelsea, con proprio i due italiani a contendersi la panchina. Il primo non ha mai nascosto di voler tornare ad allenare un club, magari già dopo l’Europeo in Francia a partire da inizio luglio, magari proprio all’estero. Allegri invece è già più saldo nelle convinzioni: ha più volte respinto le domande a riguardo, volendo concentrarsi unicamente sulla Juventus e gli importanti impegni che l’attendono.

Proprio per questo che le quotazioni di Conte salgono, facendolo diventare il candidato numero uno. E poi perché i precedenti italiani a Londra hanno sempre lasciato buoni segni come Vialli, Ranieri, Ancelotti e Di Matteo.

Oscar Toson

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy