La Juve mette le ali: gli esterni sono un punto di forza, ma è da decidere il loro futuro

In principio, fu Milos Krasic: devastante all’inizio, flop per il resto dell’avventura bianconera. Il serbo, diventato l’idolo della tifoseria, è finito lentamente nel dimenticatoio, per colpa dei suoi evidenti limiti tecnici. Ma il suo acquisto fu solamente il primo passo di una lunga caccia agli esterni, che è continuata negli anni: erano un chiodo fisso di Antonio Conte e sono diventati la ricchezza di Massimiliano Allegri.

Il tecnico salentino, appena arrivato, aveva in mente di proporre un 4-2-4 ultra-offensivo: requisito fondamentale erano ali di grandissima qualità. Ma Estigarribia ed Elia non potevano bastare per il salto di qualità e, allora, Conte dovette trovare la quadratura nel 3-5-2, che ha esaltato le doti di Stephan Lichtsteiner. Lo svizzero è diventato, nel corso dei suoi cinque anni in bianconero, un punto di riferimento e continua a esserlo oggi, sebbene siano arrivati rinforzi adeguati sulle fasce.

La corsia sinistra, che negli anni è stata, tra gli altri, di De Ceglie e Peluso, è oggi in ottimi piedi: quelli di Patrice Evra e Alex Sandro; l’esperienza e l’intelligenza tattica del francese si combinano alla perfezione con l’esplosività e la grandissima tecnica del brasiliano. Ed è bravo Allegri a dosare con parsimonia il loro impiego, scegliendo sempre il migliore in base alle condizioni e all’avversario da affrontare. Se Sandro sarà un punto fermo del futuro, resta da decifrare quello di Evra: il contratto è in scadenza e le opportunità – Monaco o Mls, per esempio – non mancano, ma Pat potrebbe essere allettato da un possibile futuro dirigenziale.

A destra, invece, la situazione è ancora in divenire: Cuadrado sta facendo benissimo, ma in estate non è stato fissato un prezzo per il riscatto. Elemento che, in caso di approdo di Conte sulla panchina del Chelsea, potrebbe rivelarsi decisivo: il colombiano è sempre stato un pallino dell’attuale ct della Nazionale, che lo voleva alla Juve e avrebbe così finalmente l’opportunità di allenarlo. Secondo quanto riportato da ‘Tuttosport’, però, i bianconeri voleranno presto a Londra per intavolare una trattativa. Ciò su cui non ci sono dubbi è che l’anno prossimo, in ogni caso, si ripartirà ancora una volta da Stephan Lichtsteiner, ma questa volta lo svizzero potrebbe avere un “allievo”: i nomi sono quelli di Vrsaljko e Widmer.

Felice Lanzaro (@FeliceLanzaro)

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy