Nel calcio di Doyen: i casi di Imbula e Martinez

Nel calcio di Doyen: i casi di Imbula e Martinez


Chi decide i destini del calcio? Bella domanda, si direbbe. La risposta può sembrare scontata, ma non lo è affatto: quello del pallone è un mondo a parte e ciò che vediamo è solo la punta dell’iceberg. Il resto è ancora sotto la superficie, ben nascosto: è un universo fatto di procuratori e TPO, società che muovono uomini come merce di scambio. E in questo mare sguazzano, pressoché indisturbati, figure che col calcio hanno davvero poco a che vedere. Che guardano a questo sport solo per trarne profitto.

Prendiamo in esame due casi recenti, quelli di Giannelli Imbula e Jackson Martinez. I due, quest’estate, erano nell’orbita – rispettivamente – di Inter e Milan, ma il fondo Doyen, che gestisce i loro cartellini, ha deciso diversamente: Porto per Imbula e Atlético Madrid per Martinez; due società non nuove a questo genere di operazioni, per usare un eufemismo.

I portoghesi e gli spagnoli, infatti, si avvalgono dell’aiuto delle TPO – da anni, ormai – per operare sul mercato, spendendo cifre altrimenti fuori dalla propria portata. E in questo modo riescono a eludere le misure messe in atto dalla Uefa e dalla Fifa stessa. I due organismi stanno lottando contro questo modus operandi, almeno sulla carta, ma non è sicuramente facile arginare un fenomeno ormai dilagante.

Nelio Lucas, presidente di Doyen, qualche mese fa aveva ammesso: “Imbula non sarebbe mai andato al Porto, senza il nostro aiuto. Noi abbiamo messo dieci milioni, loro i restanti dieci. Ma sono convinto che, entro qualche anno, faranno una importante plusvalenza”. Detto, fatto: nel recente mercato di riparazione, Imbula è passato allo Stoke City. Il costo totale dell’operazione si aggira sui 25 milioni di euro, a fronte di un valore stimato dal portale ‘Transfermarkt’ di 15 milioni.

E ancora più curioso è il caso di Jackson Martinez, promesso sposo del Milan a giugno. Doyen scelse però diversamente e il colombiano è finito all’Atlético Madrid – società amica del fondo. Ma, qualche giorno fa, il colpo di scena: Martinez passa al Guangzhou Evergrande, per la cifra record di 45 milioni di euro, utile a sistemare i bilanci disastrati dei colchoneros. Ora, ammettiamo che il calcio cinese sia in grande ascesa, ma non è quantomeno curioso che un calciatore nel pieno della sua carriera scelga un campionato così poco blasonato?

Quanto detto significa tutto e niente, se volessimo credere nella buona fede dei personaggi implicati nella vicenda. Ma, dato che questi sono solo due dei tanti casi strani legati alle TPO, è lecito domandarsi dove stia andando a finire il calcio. È giusto che le sorti di un calciatore, che seppur strapagato è pur sempre un uomo, siano decise a tavolino, con la calcolatrice in mano? La risposta è scontata, in questo caso.

Felice Lanzaro (@FeliceLanzaro)

Chi Siamo

Spazio J è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla Juventus Football Club, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per lo Juventus Stadium.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale, non autorizzata o connessa a Juventus Football Club S.p.A. o I marchi JUVENTUS, JUVE e Juventus.com sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A., il cui sito ufficiale è www.juventus.com

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl