La chiave tattica - Il battito di Marchisio rallenta, la Juventus fatica: ma sono tredici

La chiave tattica – Il battito di Marchisio rallenta, la Juventus fatica: ma sono tredici


Andare sempre e comunque a mille dopo una grande partita tre giorni fa e dodici vittorie di fila, è umanamente impossibile. Ci sono partite che si vincono anche per forza di inerzia, grazie agli spunti dei solisti o semplicemente perché i movimenti sono mandati a memoria e funzionano lo stesso, anche se più lentamente. Ci sono giocatori che, seppur poco appariscenti e pubblicizzati, rappresentano il cuore pulsante di una squadra: se il battito rallenta, rallenta tutto l’organismo. E’ il caso specifico di Claudio Marchisio: se lui non c’è, o non è nella sua serata migliore, la Juve ne risente.

Ntcham lo ha seguito come un’ombra, ripartendogli alle spalle ogni qual volta il Genoa era in possesso palla: tant’è che sul gol di Cuadrado, Bonucci è stato costretto a “richiamarlo” ad una maggiore attenzione sull’interessantissimo trequartista rossoblù. Stesso certosino lavoro quello svolto da Rigoni e Dzemaili su Pogba e Padoin, così come Pavoletti e Cerci andavano a bloccare Barzagli e Caceres per togliere alternative a Bonucci. Risultato? Palla tra le linee a Dybala, sempre abilissimo a farsi trovare smarcato anche se poco assistito dallo svogliato Morata di questa sera.

Seconda alternativa: gli spunti di Cuadrado, che ha dato vita ad un bel duello (spesso vinto) con Gabriel Silva ed ha determinato il gol decisivo. Tolti lui e il “picciriddu”, poco altro da segnalare nella serata bianconera. Il Genoa è stato molto abile nel tenere i reparti sempre stretti, senza concedere né imbucate né profondità, ed il possesso palla piuttosto lento dei padroni di casa non ha liberato quegli spazi che solitamente i bianconeri hanno sempre trovato.

Nel secondo tempo Gasperini ha alzato ulteriormente il pressing, passando al tradizionale 3-4-3 con gli inserimenti di Suso e Capel, ma a quel punto è venuto fuori l’orgoglio della Juventus che ha serrato i ranghi e stretto le linee (da questo punto di vista, Barzagli è stato fondamentale come e quanto Cuadrado nel trascinare in alto la difesa). Juve poco spettacolare ma concreta, e peccato per l’espulsione di Zaza che costringerà Morata e Dybala agli straordinari: vero che prima del Napoli ci sarà una settimana per recuperare, ma certi interventi si possono e si devono evitare. Si cresce anche così.

Gennaro Acunzo

Chi Siamo

Spazio J è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla Juventus Football Club, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per lo Juventus Stadium.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale, non autorizzata o connessa a Juventus Football Club S.p.A. o I marchi JUVENTUS, JUVE e Juventus.com sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A., il cui sito ufficiale è www.juventus.com

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl