Alex Sandro è mostruoso e ora potrebbe avere una chance per crescere ancora

Alex Sandro è mostruoso e ora potrebbe avere una chance per crescere ancora


Se c’è una cosa di cui si può essere sicuri, è che la fascia sinistra della Juventus è sempre in mani – o, meglio, piedi – sicure. L’esperienza di Evra e la prepotenza fisica di Alex Sandro mettono costantemente in difficoltà le squadre avversarie, sia dal punto di vista difensivo che offensivo. E la musica, contro il Chievo, non è stata diversa: è toccata al brasiliano, che ha disputato una gara mostruosa.

Il terzino bianconero, già al sesto minuto, s’è fatto sentire: apertura per Lichtsteiner, che ha poi crossato per Morata, autore del primo dei quattro gol della Signora. E non è mancata la gioia personale, arrivata su assist di Paul Pogba, che avrebbe potuto bissare, se non ci fosse stata la traversa a negargli la doppietta.

Ma lo strapotere dell’esterno verdeoro è ciò che continua a sorprendere: quando parte, sembra davvero inarrestabile. Qualcuno aveva storto il naso per la cifra pagata al Porto in estate, ma il brasiliano sta ampiamente dimostrando di valere la spesa: è un elemento preziosissimo attualmente e lo sarà sempre di più nel futuro, considerando che Evra gli lascerà gradualmente il posto.

Il prossimo banco di prova per Alex Sandro potrebbe essere il Bayern Monaco, che attende la Juve agli ottavi di Champions League. Se c’è qualcosa in cui Evra gli è nettamente superiore, oltre forse all’incredibile intelligenza tattica, è l’esperienza: quale occasione migliore per crescere che quella di respirare l’aria delle grandi notti europee? Il passaggio di consegne definitivo potrebbe essere alla porta.