Verso Chievo-Juve - Allegri mette nel mirino Conte e conferma Morata in attacco

Verso Chievo-Juve – Allegri mette nel mirino Conte e conferma Morata in attacco


ORE 14:40, I CONVOCATI – A questo link l’elenco completo dei convocati da Allegri.

ORE 14:30, LE PAROLE DI ALLEGRI IN CONFERENZA – A questo link trovate le parole di Allegri in conferenza stampa da Vinovo alla vigilia di Chievo-Juventus.

ORE 9:00 – 30 agosto 2014, Stadio “Bentegodi” di Verona, Chievo-Juventus: inizia da qui l’avventura di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus, dopo i successi del suo predecessore Conte e la bufera scatenata dall’addio di quest’ultimo. Tra mille punti di domanda e polemiche il tecnico livornese conduce la sua squadra alla vittoria per 0-1, non stravolgendo gli automatismi insegnati da Conte ma, anzi, confermandoli e migliorandoli.

A CACCIA DI RECORD – Domani alle 12.30 la Juventus torna in campo contro il Chievo, e anche questa volta non sarà una partita come tutte le altre per Massimiliano Allegri. Il tecnico livornese, infatti, insieme alla sua squadra, è a una sola vittoria dal record di vittorie consecutive detenuto proprio dalla Juve di Conte: 12 vittorie una in fila all’altra ottenute nella stagione 2013/2014 ! Quindi, oltre ad essere una partita fondamentale per il prosieguo verso il primato in classifica, sarà una partita che potrebbe permettere ad Allegri di raggiungere Conte, e quindi di entrare nella storia bianconera.

3-5-2: UN MODULO, UNA GARANZIA – Tornando all’anno scorso, Allegri per la sua prima partita sulla panchina della Juve decise di schierare il modulo tanto caro all’ex allenatore Conte: il 3-5-2. Durante i mesi successivi Allegri ha cercato di inserire le sue idee calcistiche, trasformando il 3-5-2 in un 4-3-1-2 atipico, con Vidal trequartista, anche se non ha rinunciato in qualche partita alla difesa a 3. Quest’anno sembrava poter essere l’anno dell’accantonamento del 3-5-2 ma, dopo i primi risultati deludenti e un colloquio tra tecnico e giocatori, si è deciso di tornare al vecchio amato modulo. Da lì in poi la Juve è tornata grande e sta continuando a inanellare successi. Anche domani, dunque, si va sul sicuro: 3-5-2 e “titolarissimi”. Davanti a Buffon, infatti, si schiereranno Barzagli, Bonucci e Chiellini. A centrocampo, davanti alla difesa l’insostituibile Marchisio, affiancato da Pogba e Khedira, e sugli esterni Lichsteiner e Alex Sandro.

MANDZUKIC OUT, GIOCA MORATA –  In attacco, data anche la pesantissima assenza di Mandzukic, spazio per Morata, il quale affiancherà l’intoccabile Dybala. Per il numero 9 bianconero sarà una grande occasione per tornare grande dopo la bellissima doppietta in Coppa Italia contro l’Inter e per convincere Allegri di essere all’altezza di sostituire Mandzukic in vista delle partite fondamentali della stagione contro Napoli e Bayern Monaco.

ORE 14, PARLA ALLEGRI – Oggi allo Juventus Center di Vinovo alle ore 14 mister Allegri parlerà ai giornalisti, pronti a chiedere se la Juve farà degli ultimi botti di mercato, se Mandzukic sarà recuperabile in tempi non troppo lunghi o se raggiungere il record di Conte era un obiettivo personale dell’allenatore livornese.

Simone Calabrese