Neto a JTv: "Non abbassiamo la guardia, ora testa al Chievo. E attenzione ad un fattore..."

Neto a JTv: “Non abbassiamo la guardia, ora testa al Chievo. E attenzione ad un fattore…”


Protagonista, a suo modo, lo è stato anche lui ieri sera. È che di nitide occasioni, l’Inter, non ne ha prodotte. E allora, Neto, ai microfoni di JTv, si gode con la massima tranquillità la prestazione e la vittoria. Per sua stessa ammissione “molto importante, perché teniamo molto all’obiettivo di vincere la Coppa Italia”.

Secondo il portiere, infatti, “la partita di ieri è senza dubbio un passo fondamentale, ma non dobbiamo abbassare la guardia: è stato solo il primo passo, adesso dobbiamo proseguire”. Già, c’è un ritorno da giocare: altri novanta minuti per lasciare il segno, e per riscrivere la storia. “Sarà un match difficile – fa sapere il brasiliano – noi dobbiamo affrontarlo con la stessa mentalità di ieri, che poi è l’atteggiamento che mettiamo in tutte le partite che giochiamo. Il nostro percorso di Coppa non è stato semplice, abbiamo avuto il Derby, una trasferta a Roma e il match di ieri, ma mantenendo questa mentalità possiamo toglierci grandi soddisfazioni”.

E chi l’avrebbe detto, dopo l’inizio così disastroso: la Juve c’è, e non vuole più perder tempo. “Quando sono cambiate le cose? Nel momento in cui ognuno di noi ha realizzato, esattamente, che cosa doveva fare e in cosa doveva migliorare – ha chiarito il vice-Buffon – da allora abbiamo iniziato a vincere”. E a convincere, soprattutto: quattordici vittorie senza sconfitte, coppa inclusa. Ora arriva il Chievo, assolutamente da non sottovalutare: “Un orario cui non siamo molto abituati, ma non importa – chiosa Neto – A questi livelli non ci sono orari o trasferte che ci devono preoccupare. Occorre solo mantenere alta la concentrazione, non pensare alle partite vinte o a quelle che ci aspettano e focalizzarci su un impegno alla volta. Noi pensiamo solo a vincere”.