Juve e Spagna: Morata si gioca il futuro

Juve e Spagna: Morata si gioca il futuro


Finalmente tocca a Morata, arriva la Tim Cup e arriva un’altra grande opportunità per lo spagnolo. Alvaro ha bisogno di ritornare grande, di ritornare quel bomber spietato che guidò la marcia della Juve su Berlino. Non bastassero le carote di Allegri, è arrivato, infatti, il bastone di Del Bosque: c’è un Europeo che si avvicina e non giocare o giocare poco e male potrebbe compromettere la convocazione (questo il senso delle sue ultime parole). Insomma per salire sull’aereo, che trasporterà le Furie Rosse a Francia 2016, tocca far meglio, tocca accumulare maggiori presenze e, soprattutto, segnare più reti (troppo pochi i tre gol realizzati sinora).

L’OCCASIONE GIUSTA – Ecco che bisogna sfruttare le occasioni, ed ecco che la prima chance, per dare una sferzata al periodo no, ci sarà questa sera, contro l’Inter. Morata partirà titolare (Allegri si augura senza pensieri nella testa) cercando di ripetere quanto di buono fatto, a maggio, proprio contro i nerazzurri. La speranza della Juve è che Alvaro si risvegli dal letargo e guidi l’attacco bianconero proprio come fece l’anno scorso tra febbraio e marzo. Nel caso contrario, invece, risulterà molto difficile prendere in mano la fase offensiva bianconera, viste le prestazioni da incorniciare del genio Dybala e la grinta di Mandzukic e Zaza.

Carlo Iacono (CarloIacono7)