Allegri l’ammazza record: ora nel mirino c’è Antonio Conte

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La Juventus battendo la Roma ha guadagnato la sua undicesima vittoria di fila, eguagliando la striscia vincente stabilita proprio dai giallorossi nella stagione 2005-2006. Guarda caso, in panchina, c’era proprio Luciano Spalletti. Ma Allegri non vuole fermarsi: l’allenatore livornese giornata dopo giornata sta aggiornando il suo palmares. Mai era riuscito nella sua carriera a raggiungere traguardi così importanti: per esempio quando era allenatore del Milan (stagione 2010-2011) era riuscito a collezionare cinque vittorie di fila. Record che già l’anno scorso, con la Juventus, è riuscito a superare: sei vittorie nelle prime sei giornata di campionato.

EGUAGLIARE CONTE E PUNTARE MANCINI – Il prossimo obiettivo di Allegri è quello di raggiungere Antonio Conte che, nella stagione 2013-2014 ottenne 12 vittorie consecutive. Quell’annata i bianconeri non conobbero ostacoli tra la nona e la ventesima giornata: successi nell’ordine su Genoa, Catania, Parma, Napoli, Livorno, Udinese, Bologna, Sassuolo, Atalanta, Roma, Cagliari e Sampdoria. Alla Juve di Allegri manca soltanto una partita per raggiungere questo traguardo e domenica, contro il Chievo, i bianconeri faranno di tutto per mettere a segno la dodicesima vittoria di fila. La rimonta è iniziata negli ultimi minuti del derby contro il Torino, quando Cuadrado mette in rete la palla dell’1-0. Da li in poi i bianconeri non si sono più fermati: hanno vinto contro Empoli, Milan, Palermo, Lazio, Fiorentina, Carpi, Verona, Sampdoria, Udinese e Roma.

Come ben sapete, il DNA bianconero impone di puntare sempre più in alto. E il top, in questo caso, è raggiungere Mancini e la sua Inter (stagione 2006-2007) a quota 17 vittorie consecutive. Attenzione, in questo strano campionato tutto è possibile.

Orlando Aita (@OrlandoAita)