"Un giorno all'improvviso...", il tormentone del San Paolo composto da uno juventino

“Un giorno all’improvviso…”, il tormentone del San Paolo composto da uno juventino


Nell’estate del 1985, i Righeira fecero ballare lo stivale intero con la loro hit “L’estate sta finendo“. Trent’anni dopo, il celebre brano del duo torinese è diventato un coro intonato in moltissimi stadi italiani. Le parole sono cambiate, ma il ritmo è lo stesso: «Un giorno all’improvviso, m’innamorai di te», così apre il nuovo tormentone del calcio italiano. Un motivetto che ti entra in testa e non se ne va più.

Tutto è cominciato nel 2014, allo Stadio “Tommaso Fattori” di L’Aquila, dove per la prima volta i tifosi della squadra abruzzese hanno introdotto in un impianto sportivo il remake della canzone dei Righeira, che fa così: «Un giorno all’improvviso mi innamorai di te, il cuore mi batteva, non chiedermi perché, di tempo ne è passato, ma sono ancora qua. E oggi come allora io tifo L’Aquila». Il coro è stato ripreso e adattato da diverse squadre. In Serie A fa da sottofondo alle partite di Napoli, Juventus e Genoa.

Al San Paolo di Napoli viene ripetuto come una sorta di mantra. Intonato dai tifosi per scacciare la paura negli ultimi minuti di gara, esplode in un boato al termine del match. Il coro prosegue anche dopo il triplice fischio del direttore di gara, accompagnato dagli stessi giocatori sotto la curva.

In pochi sanno, però, che Stefano Righi, l’autore del singolo divenuto icona di un’intera generazione, è juventino: «Devo purtroppo dare una brutta notizia ai napoletani. La canzone che state intonando è stata composta tanti anni fa dal sottoscritto. Io, che sono Juventino! A parte gli scherzi, sono contento e commosso di sentirvi cantare tutti insieme. Vi auguro ogni fortuna, ma per lo Scudetto ne parliamo a fine campionato», ha dichiarato il cantautore ai microfoni di Sky Sport.

Alfredo Spedicato (@AlfredSped)