Widmer il post-Lichsteiner: la corsia destra parla sempre elvetico

Widmer il post-Lichsteiner: la corsia destra parla sempre elvetico


Domani la Juventus sarà di scena alla “Dacia Arena”, nuova casa dell’Udinese, per la diciannovesima giornata del Campionato, la prima del girone di ritorno. Grande interesse suscita la sfida tutta elvetica sulle rispettive fasce a destra delle due squadre: Lichsteiner contro Widmer, avversari domani, ma compagni di Nazionale e, chissà, possibili futuri compagni proprio alla Juventus.

IL MAESTRO LICHSTEINER – Stephan Lichsteiner di carattere, grinta e esperienza ne ha da vendere, e sembra proprio che il suo giovane compagno di Nazionale Silvan Widmer, esterno dell’Udinese, voglia imparare il più possibile dal suo più vecchio compagno di Nazionale. Widmer, infatti, sta “studiando” per diventare il “nuovo” Lichsteiner sia in Nazionale che nel suo club, che per adesso si trova in Friuli, ma che quest’estate potrebbe diventare la Juventus.

WIDMER, IL FUTURO – L’esterno destro classe ’93 è uno dei papabili nuovi acquisti della Juventus nella prossima finestra di mercato per quanto riguarda la corsia destra. Sembra infatti che, insieme a Vrsaljko del Sassuolo e Pereira della Sampdoria (al momento leggermente favoriti), Widmer sia nella lista dei desideri di mister Allegri, forse consigliato nella scelta da Lichsteiner. Widmer interessa molto anche a Mancini e alla sua Inter, quindi prepariamoci a vivere un duello tra Juve e Inter per portare alla casa madre il talento elvetico nel calciomercato estivo. Fattore che potrebbe far pendere l’ago della bilancia dalla parte dei bianconeri potrebbe essere proprio la presenza nella rosa dell’altro svizzero Lichsteiner. Widmer darebbe nuova linfa alla corsia destra bianconera e, grazie ai consigli di Lichsteiner, potrebbe crescere in maniera esponenziale e, perché no, potrebbe cercare di emulare e migliorare i successi dell’amico e “maestro” numero 26. Il talento c’è, forse Widmer manca ancora un po’ in esperienza e, soprattutto, in personalità, caratteristica che invece contraddistingue Lichsteiner. All’alba dei suoi 32 anni proprio oggi (a proposito, auguri!), Lichsteiner sarebbe felice di iniziare a fare da “chioccia” al suo giovane erede, cercando di plasmarlo a sua immagine e somiglianza.

WIDMER ANCHE A SINISTRA – Intanto, comunque, Widmer ha già una qualità in più rispetto a Lichsteiner: il giovane elvetico è infatti capace di giocare sia sulla corsia di destra che su quella sinistra e non disdegna di usare anche il piede mancino, piede che invece per Lichsteiner è sconosciuto.

L’estate ci dirà se la scelta della società cadrà su Widmer oppure su altri, intanto il ventiduenne cercherà di migliorarsi nell’Udinese e anche al fianco di Lichsteiner nella Nazionale svizzera durante l’Europeo che si terrà in Francia a giugno.

Simone Calabrese

ULTIME NOTIZIE