Verso Udinese-Juve - Allegri rilancia subito Mandzukic, Caceres in vantaggio su Rugani

Verso Udinese-Juve – Allegri rilancia subito Mandzukic, Caceres in vantaggio su Rugani


16.00, I CONVOCATIEcco i convocati di Massimiliano Allegri: torna Mandzukic, ma sono out Barzagli e Pereyra.

14.30, LE PAROLE DEL TECNICO – Dal centro sportivo di Vinovo, la conferenza stampa di Massimiliano Allegri. QUI tutte le dichiarazioni del tecnico. Che tra Udinese e lotta scudetto, ha chiarito una volta per tutte la strategia Juve sul mercato.
Nel corso della conferenza, l’allenatore ha inoltre ‘ufficializzato’ l’impiego dal primo minuto di Mario Mandzukic. Dunque, torna in panchina Morata. Salvo sorprese, s’intende.
LA FORMAZIONE – (3-5-2) Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Marchisio, Khedira, Evra; Dybala, Mandzukic.

09.00, VIGILIA DI #UDINESEJUVE – La Juventus si appresta ad incominciare il “secondo tempo” del suo Campionato, in quanto domenica alle ore 15 sarà di scena alla “Dacia Arena” di Udine, il nuovo stadio della squadra del Patron Pozzo. Grande voglia tra i bianconeri di Torino di vendicarsi per il risultato della partita dell’andata e di allungare la striscia positiva a 10 vittorie consecutive.

L’ANDATA – Incomincia il girone di ritorno del Campionato di Serie A, ma tutti hanno ancora negli occhi ciò che è successo all’andata: prima giornata per la “nuova” Juve di Max Allegri, per la prima volta in Campionato senza i tre top-player Pirlo-Vidal-Tevez; partita dominata, ma troppa frenesia e imprecisione sotto porta e, quindi, solita beffa sportiva: gol di Théréau nell’unico tiro dell’Udinese in tutta la partita (che arrivò al minuto 77) , 3 punti per i friulani e prime critiche e dubbi sulla Juventus.

L’ATTUALITA’ – Da quella sfortunata partita di fine agosto sono passati quasi 5 mesi e ben 18 partite, e la musica è completamente cambiata: la Juventus arriva da 9 vittorie consecutive in Campionato, ha passato il girone di Champions League e si è sbarazzata tranquillamente del Torino in Coppa Italia; i giocatori che allora erano considerati delle incognite sono diventati ora imprescindibili (Dybala e Mandzukic due esempi). L’Udinese, dal canto suo, è tornata nella dimensione che le spetta e, tra alti e bassi, sta facendo un torneo tranquillo, da metà classifica.

ALLENAMENTO DI RIFINITURA – La Juventus è conscia dell’importanza di questa partita. Ora che sono tornati ai vertici della classifica, i giocatori bianconeri hanno voglia di usare tutta la loro esperienza e voglia di vincere per mettere ancora più pressione alle altre squadre. Sono quindi tutti in forma e, per questo, diventa decisivo l’allenamento di rifinitura di questa mattina, allenamento che potrebbe permettere a mister Allegri di sciogliere gli ultimi dubbi di formazione.

PROBABILE FORMAZIONE – In realtà, i dubbi di formazione sopra citati sembrerebbero essere già sciolti nella mente di Allegri. Il 3-5-2 che ha permesso ai bianconeri di risalire la classifica non dovrebbe essere toccato, e con i rientri di Marchisio e Mandzukic si vedrà probabilmente la miglior Juve. Davanti a Buffon dovrebbe essere riconfermato il trio Rugani-Bonucci-Chiellini; quindi il giovane Rugani potrebbe sfruttare ancora l’assenza di Barzagli ed avere un’altra chance. A centrocampo rientra Marchisio, squalificato con la Sampdoria, che ritrova spazio insieme a Khedira e Pogba. Gli esterni saranno Lichsteiner ed Evra, anche se Cuadrado scalpita per avere un’occasione da titolare. Davanti, insieme all’intoccabile Dybala, e qui sta il vero dubbio, un posto per 3: Morata, Mandzukic e Zaza si combatteranno fino all’ultimo il ruolo di prima punta. Morata ha avuto la febbre in settimana, ma ieri si è allenato con la squadra; Mandzukic torna dall’infortunio e sembra il favorito, anche se Allegri potrebbe decidere di non rischiarlo dall’inizio e tenerlo caldo per la Coppa Italia; infine Zaza, il bomber degli ultimi minuti, che cerca un’occasione dal primo minuto ma che è il meno indicato tra i 3.

ALLE 14 LA CONFERENZA DI ALLEGRI – Dubbi d’attacco e altre curiosità che oggi mister Max Allegri potrebbe decidere di sciogliere nella conferenza stampa di vigilia del match, Conferenza che si terrà dopo l’allenamento di rifinitura e il pranzo al Centro di Vinovo alle ore 14.

PARTENZA PER UDINE – Finita la onferenza stampa, un po’ di riposo e poi partenza nella tarda serata verso Udine.

La Juventus si appresta a giocare una partita molto importante, in quanto vincere significherebbe arrivare a 10 vittorie consecutive e continuare la striscia incredibile di vittorie e anche, soprattutto, permetterebbe ai bianconeri di tenere il “fiato sul collo” delle avversarie, le quali stanno facendo un grande campionato, ma che non sono abituate come la Juve a stare là davanti.