Neto, la vita da secondo stanca: sirene turche per il brasiliano

Neto, la vita da secondo stanca: sirene turche per il brasiliano


Quando è arrivato, a parametro zero dalla Fiorentina, Neto si era detto sicuro: “Non mi sento il secondo di Buffon, ma un portiere della Juve”. La realtà, però, è stata ben diversa: Gigi è ancora il padrone indiscusso dei pali bianconeri, mentre il brasiliano s’è dovuto adattare, suo malgrado, ai panni di secondo a tutti gli effetti. E, secondo diverse voci, la cosa non l’ha reso proprio contento: il suo entourage, infatti, si starebbe guardando intorno per valutare eventuali destinazioni future.

Tra le squadre che hanno espresso gradimento per l’ex viola c’è anche il Besiktas: i turchi cercano un portiere e contano di trovarlo in Italia, dove hanno già pescato Mario Gomez. I nomi, secondo Tuttosport, sono essenzialmente tre: Viviano, Handanovic – che, però, ha appena rinnovato – e, appunto, Neto. Il brasiliano sarebbe quello che convince di più, dopo aver superato la concorrenza di Fabricio del Deportivo La Coruna e Ospina dell’Arsenal.

Ma la Juventus, consapevole di avere un grande portiere in squadra, è stata categorica: Neto non parte. Almeno a gennaio. In estate, nel caso in cui il ragazzo chiedesse la cessione, se ne potrebbe parlare. Anche se l’ingaggio del bianconero non è alla portata di tutti: due milioni e 200mila euro all’anno. Che Neto sia disposto a un sacrificio pur di giocare titolare?

ULTIME NOTIZIE