Ferrero: "Agnelli? Lo stimo molto, ma è troppo triste..."

Ferrero: “Agnelli? Lo stimo molto, ma è troppo triste…”


Massimo Ferrero, eccentrico presidente della Sampdoria, si racconta in una intervista su Tuttosport, nel giorno di Sampdoria – Juventus. La sua squadra ha vissuto emozioni altalenanti nel corso della stagione, passando da uno speranzoso avvio di campionato ad un periodo più nero, culminato con l’esonero di Walter Zenga, reduce da qualche risultato non esilarante. Al suo posto è arrivato a Genova Vincenzo Montella il quale, dopo un pessimo 1-3 interno col Sassuolo, è riuscito a trovare la retta via, pareggiando a Roma con la Lazio, per poi vincere in casa col Palermo e col Genoa.

Ferrero parla del suo rapporto con Montella e della gestione della sua azienda, quindi anche di calciomercato. Eder e Soriano fanno gola, Pereira è in trattativa con la Juventus. Ecco le parole di Ferrero sui movimenti di mercato: “Affari con la Juve? Vedremo. Per ora ho solo incontrato De Laurentiis e Lotito, a Milano invece ho chiesto all’inter informazioni su Ranocchia, Dodò e Santon. Eder? Me lo tengo. A noi danno due spiccioli, fosse in un club più grande andrebbe via per 30 milioni.”

A proposito di Juve, Ferrero spende due parole su Marotta ed Agnelli, personaggi che stima, anche se su uno di loro si sente di fare un appunto…

Agnelli? Grande presidente, ma sembra uno a cui è sempre morto il gatto, lo vedo sempre cupo. Il calcio è vita, ci vorrebbe più allegria, ma purtroppo i figli di papà devono sempre rendere conto di qualcosa. Marotta? Lo stimo molto, avessi la sua diplomazia sarei padrone del mondo” 

Si, la diplomazia sembra proprio il suo punto debole…

 

Roberto Moretti

ULTIME NOTIZIE